Milano, il consiglio comunale vota contro il taser per i vigili urbani

Taser in Italia

Il decreto Sicurezza fortemente voluto dal Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha stabilito l'avvio della sperimentazione del taser, le pistole elettriche note anche come storditori elettrici o dissuasori elettrici, in dotazione a carabinieri, finanzieri e poliziotti di 12 città italiane (Milano, Napoli, Genova, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi) per un periodo di sei mesi.

Alla fase di sperimentazione, che si concluderà a giorni, seguirà la diffusione capillare del taser alle forze dell'ordine nei comuni italiani oltre i 100mila abitanti - lo ha ribadito Matteo Salvini lo scorso aprile - ma il Comune di Milano ha già deciso: la polizia municipale non sarà dotata di taser in quanto armi potenzialmente pericolose.

Lo ha stabilito il Consiglio comunale di Milano che ha approvato un ordine del giorno presentato dal gruppo Milano Progressista con 22 voti favorevoli su un totale di 27 consiglieri presenti. Ad opporsi sono stati i consiglieri di Lega e Forza Italia, mentre quelli del Movimento 5 Stelle hanno deciso di astenersi.

La città di Milano promuove e tutela i diritti fondamentali della persona che verrebbero lesi con l’uso del taser e con i suoi effetti altamente nocivi e rischiosi per la salute. Invitiamo il Sindaco e la giunta a non dotare il Corpo di Polizia Locale della città di Milano di pistole a impulsi elettrici, dispositivi particolarmente pericolosi, specie nei confronti dei soggetti più vulnerabili, e lesivi dei diritti fondamentali della persona il cui utilizzo distrarrebbe la Polizia Locale dai compiti che le sono propri e senza l'assolvimento dei quali la vivibilità della città risulterebbe fortemente compromessa.

Il testo dell'ordine del giorno, che va contro la norma inserita nel decreto Sicurezza, includeva anche le statistiche di Amnesty International, secondo le quali "tra il 2001 e il 2012 più di 500 persone sono morte negli Stati Uniti d’America dopo essere state colpite da pistole Taser. L’esistenza di un rapporto causa-effetto tra le morti e l’utilizzo della pistola Taser sarebbe stato accertato".

Matteo Salvini, forte sostenitore del taser e dell'aumentare la percezione di sicurezza dei cittadini a suon di armi, non si è ancora espresso sulla vicenda, ma dalla Lega sono già arrivate le prime proteste. Silvia Sardone, consigliere comunale ed europarlamentare leghista, accusa la sinistra di essere nemica della sicurezza "quando invece i cittadini chiedono più controlli e più presidi nelle zone maggiormente sensibili alla criminalità e al degrado".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO