Centinaio (Lega): "Se Conte non fa un miracolo si va ad elezioni"

centinaio governo

Gian Marco Centinaio, ministro leghista alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, avvisa il Movimento 5 Stelle: se il presidente del Consiglio non riuscirà a mediare abbassando i toni e smorzando la litigiosità degli alleati di governo, c’è una sola soluzione possibile: il ritorno alle urne. "Auspico che il presidente Conte faccia un miracolo. La campagna elettorale è finita e i toni si devono abbassare. Il premier - insiste il ministro Centinatio - deve ricominciare a far parlare la politica di cose concrete".

Prima e dopo le elezioni europee Lega e Movimento 5 Stelle hanno dato vita ad un teatrino per certi versi stucchevoli ed ora che il Carroccio ha praticamente raddoppiato i propri consensi, mentre i pentastellati li hanno dimezzati, i rapporti di forza sono cambiati. La Lega vuole dettare la sua agenda, a partire dalla Tav e da altre opere cui il partito di Luigi Di Maio è contrario. Le due forze di governo hanno trovato il modo anche di litigare ieri, 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica Italiana. Centinaio sottolinea che da parte della Lega c’è "la buona volontà, ma se non ci dovessero essere le condizioni, se non si riesce a mettersi d'accordo, non vedo alternativa alle elezioni".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO