Cesare Battisti presenta ricorso in Cassazione contro il carcere a vita

Cesare Battisti sconto di pena cassazione

Cesare Battisti presenta ricorso in Cassazione contro la mancata commutazione dell'ergastolo a 30 anni. L'ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo (Pac) è stato arrestato a gennaio scorso a Santa Cruz in Bolivia dopo una lunga latitanza e quindi consegnato all'Italia dove per lui si sono aperte le porte del carcere.

Battisti è stato condannato all’ergastolo per quattro omicidi avvenuti negli anni di piombo. Il legale dell’ex Pac, Davide Steccanella, ha ricordato che il suo assistito avrebbe dovuto essere sottoposto alla procedura di estradizione che era stata concordata con il Brasile secondo cui la pena da scontare non doveva essere superiore a 30 anni.

Il procuratore generale di Milano aveva chiarito che quella di Battisti dalla Bolivia, dove l’ex terrorista rosso aveva trovato riparo fuggendo dal Brasile, non è stata un'estradizione ma una procedura di espulsione e che perciò non conta l’accordo di estradizione tra Italia e Brasile, paese definito terzo estraneo nella vicenda.

Il 22 maggio scorso la corte d'Assise d'Appello di Milano aveva confermato la condanna all’ergastolo per Battisti rigettando la richiesta del legale di commutarlo in una condanna a 30 anni. La difesa aveva annunciato il ricorso in Cassazione che è stato depositato nelle scorse ore.

In realtà i giudici d’appello nel rigettare il ricorso contro il carcere a vita hanno anche precisato che la condanna per Battisti non è "ostativa alla richiesta dei benefici penitenziari" visto che ha già passato sei anni e mezzo circa in carcere.

Già tra tre anni e mezzo Cesare Battisti potrebbe fare domanda per ottenere dei permessi premio. Una volta scontati cioè 10 anni complessivi di carcere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO