Procedura d'infrazione, Oettinger: "Per l'Italia è inevitabile"

Necessaria una manovra bis da 3-4 miliardi di euro

"Se i numeri verranno confermati, non potremo sottrarci alla procedura di infrazione. L'Italia non dovrebbe essere un rischio per l'Eurozona". A pronunciare queste parole è stato Guenther Oettinger, commissario europeo al Bilancio, nel corso di un'intervista televisiva al canale tedesco 'n-tv'.

Questa dichiarazione conferma quanto riportato oggi da Repubblica, che ha pubblicato una bozza della risposta che Bruxelles invierà al Governo italiano. Nel documento si parla chiaramente dell'avvio dell'iter per la procedura d'infrazione per debito eccessivo a carico dell'Italia, fatto che dovrebbe essere reso pubblico oggi al termine della riunione della Commissione Europea.

La commissione ha bocciato la politica economica del Governo italiano: "Da metà 2018 lo spread è aumentato di 100 punti in sei mesi, con un costo di 2,2 miliardi per i cittadini" e "il suo ammontare impedisce all'Italia di stabilizzare l'economia in caso di crisi finanziarie e pesa sugli standard di vita delle future generazioni". E inoltre: "L'assenza di politiche di bilancio prudenti espone il Paese a shock di fiducia sui mercati, con un impatto negativo su economia reale e crescita".

A causare lo sforamento delle regole sul debito è stato ovviamente il deficit eccessivo fatto nel 2018-2019. Il debito è previsto in salita in questo triennio: a quota 132,2% del Pil nel 2018, 133,7% nel 2019 e 135,2% nel 2020.

Per evitare che il 9 luglio prossimo l'Ecofin decida di dare il consenso alla procedura d'infrazione, che comporterebbe l'applicazione di un rigido programma di risanamento quinquennale, l'Italia dovrà varare una manovra bis da 3-4 miliardi che inevitabilmente comporterà un aumento della tassazione. Naturalmente questo sarà solo il primo passaggio, perché il Governo dovrà prendersi l'impegno di varare una manovra all'insegna del risanamento per il 2020, il che comporterebbe l'addio al sogno leghista della flat tax.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO