Milano, Corte dei Conti indaga su viceministro Garavaglia (Lega) per danno erariale

Per la vendita di Palazzo Beretta quando era assessore all'Economia per la Regione Lombardia.

Massimo Garavaglia Corte dei Conti

Al viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia è stato notificato un invito a dedurre da parte della Procura della Corte dei Conti della Lombardia per fatti relativi a quando era assessore all'Economia per la Regione Lombardia. Il leghista, insieme con altre persone, è coinvolto in una indagine relativa alla "vendita sottoprezzo" e alla locazione di Palazzo Beretta a Milano, ceduto da Ats Milano (Agenzia di , ex Asl. Il danno erariale sarebbe compreso tra 2 milioni e 13 milioni di euro per la vendita e di oltre 6 milioni per la locazione.

Palazzo Beretta, che si trova in Corso Italia 19 a Milano, dal dopoguerra è la la sede dell'Ats e nel 2014 se ne decise la vendita perché la ristrutturazione sarebbe stata troppo costosa, di circa 13 milioni. A occuparsi della vendita fu proprio Garavaglia, in quanto assessore all'Economia della Regione Lombardia. Ad acquistare il Palazzo fu Cassa Depositi e Prestiti per 25 milioni di euro, ossia 2.272 euro al metro quadrato, visto che la superficie totale è di 11mila metri quadrati.

Nel 2015 il Palazzo è stato rivenduto alla società Beni Stabili al prezzo di 38 milioni di euro, ossia il 52% in più, e l'Asl, per restare in Corso Italia, ha dovuto pagare un canone di locazione più alto. Nel provvedimento della Corte dei Conti viene spiegato che questo "onere patrimoniale era palesemente evitabile con un'attenta e oculata programmazione del trasferimento della sede mediante l'individuazione di una nuova allocazione secondo precisi e puntuali indici di fattibilità materiale, giuridica ed economico-finanziaria".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO