Moody's: "Debito dell'Italia salirà con la flat tax. Deficit al 2,1% non è credibile"

Una nota dell'agenzia di rating sul nostro Paese.

Moody's su debito dell'Italia e Flat Tax

La nota agenzia di rating Moody's ha diffuso una rapporto sull'economia italiana in cui sostiene che il debito pubblico del nostro Paese nei prossimi anni continuerà a salire e che l'obiettivo che si è dato il governo Conte di un rapporto deficit/Pil del 2,1% non è credibile e sarà invece del 2,6% per il 2019 e del 2,7% nel 2020. Nella nota si legge anche:

"Consideriamo la legge di bilancio 2020 un importante passaggio per valutare l'affidabilità creditizia dell'Italia"

In particolare Moody's dice la sua sulla Flat Tax tanto voluta da Matteo Salvini, sostenendo che minaccia di pesare sui conti italiani per altri 30 miliardi. Inoltre l'agenzia scrive anche che i miniato sarebbe un primo passo verso "la creazione di una valuta parallela e la preparazione dell'uscita dell'Italia dall'Eurozona". Fa riferimento a una mozione parlamentare approvata all'unanimità dalla Camera e sconfessata poi dal PD. Ma Moody's scrive:

"Il semplice fatto che la proposta sia tornata alla ribalta è credit negative"

Vale a dire che è un fattore negativo sul giudizio dell'agenzia che l'agenzia rating darà sull'Italia il prossimo 6 settembre. Moody's tiene conto anche delle tensioni con la Commissione Ue e la possibile procedura di infrazione, pronosticando che Roma sarà costretta a piegarsi, prima ancora che dall'Europa, dalla pressione dei mercati finanziari. La mancanza di fiducia da parte degli investitori farebbe diminuire il Pil e indebolirebbe il sistema bancario, tutte situazioni che, se si verificassero insieme, sarebbero difficili da sopportare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO