Sblocca cantieri, Cantone: "Le modifiche rischiano di aumentare la corruzione"

Le modifiche che Lega e Movimento 5 Stelle stanno apportando al decreto Sblocca cantieri tramite emendamenti e subemendamenti stanno creando un'enorme confusione, al punto che in questa fase di lavoro è pressoché impossibile individuare un testo valido che gli esperti possono analizzare per fare le dovute valutazioni. A sostenerlo è il magistrato Raffaele Cantone, presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac) nel corso della sua relazione annuale in Parlamento.

Seppure opportunamente ridimensionata rispetto ai 200 mila euro del testo originario, la previsione di una soglia abbastanza alta (150 mila euro) entro la quale adottare una procedura molto semplificata (richiesta di soli tre preventivi) aumenta certamente il rischio di scelte arbitrarie, se non di fatti corruttivi.

Il testo e le sue modifiche, effettuate in un tira e molla costante tra le due forze politiche al governo, rischiano di ottenere l'effetto opposto in un settore, quello degli appalti, che mai come ora ha "assoluto bisogno di stabilità e certezza delle regole, e non di continui cambiamenti".

Nel corso degli ultimi tre anni, ha spiegato Cantone in Parlamento, il numero delle imprese interdette dall'antimafia è cresciuto "in modo significativo e progressivo" arrivando fino a circa 1900 in totale. Questo ci dà una panoramica piuttosto chiara di come le "organizzazioni criminali stiano infiltrando l'economia legale":

Da magistrato che si è occupato di antimafia dico che questo numero non può essere assolutamente sottovalutato ma è molto preoccupante.

L'impressione, secondo Cantone, è che questo governo sia più interessato a fare tanto anziché fare bene. E porta esempi concreti alle sue affermazioni:

Alcune opzioni, poi (il ritorno dell'appalto integrato, l'aumento della soglia dei subappalti al 40%, la possibilità di valutare i requisiti per la qualificazione delle imprese degli ultimi 15 anni, le amplissime deroghe al codice concesse ai commissari straordinari) paiono troppo attente all'idea del 'fare' piuttosto che a quella del 'far bene.

Giusto ieri il Senato ha approvato un superemendamento che va a modificare alcuni punti del Codice degli appalti - un punto di incontro tra la posizione più radicale della Lega e quella più moderata di M5S - sospendendo l'albo dei commissari di gara per un intero biennio. Questo, secondo Cantone, metterebbe a rischio la trasparenza delle procedure:

La sospensione dell'albo dei commissari di gara per un biennio, infine, introdotta in uno degli ultimi emendamenti, proprio quando questa novità stava per partire, rischia di incidere su un momento topico della procedura, facendo venir meno un presidio di trasparenza, oltre che rendere inutile il cospicuo investimento economico (500 mila euro circa) che l'autorità ha sostenuto per applicare la disposizione.

Cantone sottolinea i passi in avanti fatti un primo momento dal testo approvato e fa un confronto con gli ultimi anni, quando la corruzione si è diffusa a macchia d'olio. Per questo la serie di emendamenti approvati in questi giorni suonano come un passo indietro:

L'auspicio è quello di proseguire sulla strada intrapresa, evitando di rincorrere ricette banalizzanti, che sembrano perseguire l'obiettivo, non della condivisibile sburocratizzazione del sistema amministrativo, ma di una inaccettabile deregulation, già vista in opera nel paese negli anni scorsi con risultati deleteri anche sul fronte della lotta alla corruzione. [...] Tornare indietro, come nel gioco dell'oca, mentre il sistema italiano inizia a funzionare e viene preso a modello in altri paesi, mentre la maggioranza degli stati, compreso il vaticano, sta facendo propria la politica di prevenzione, sarebbe difficilmente comprensibile.

I due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio saranno pronti ad ascoltare questi preziosi consigli e mettere da parte gli screzi per il bene dell'Italia - come sostengono di voler fare da mesi - o accuseranno Cantone di essere di parte e di voler attaccare l'esecutivo?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO