Boccia dà l’altolà al contratto Lega-M5s: "Governo cambi agenda, serve visione strategica"

Il commento di Vincenzo Boccia - Confindustria - sul Def

Dopo le critiche all’azione dell’esecutivo mosse dai Giovani di Confindustria, che hanno parlato di una "campagna elettorale permanente" a scapito del paese, il leader della maggiore associazione degli industriali italiani, Vincenzo Boccia, rincara la dose: basta con "l’agenda del contratto di governo", va cambiata, bisogna passare "a una visione e una strategia per il Paese", ad oggi assente.

Secondo il presidente di Confindustria le priorità del Paese devono essere la crescita dell’economia (le ultime stime di Istat e Bankitalia hanno parlato di ulteriori rischi al ribasso) e dell’occupazione, soprattutto giovanile (che è al 31,4%, tra i dati peggiori in Europa, al terzultimo posto dopo Grecia e Spagna).

Boccia in una intervista a Repubblica ribadisce il suo no ai minibot proposti dalla Lega per pagare i debiti delle pubbliche amministrazioni e già bocciati da Bce, Bankitalia e dallo stesso ministro dell’Economia Giovanni Tria.

Secondo Boccia i minibot sono solo uno strumento per aumentare il debito. Il numero uno degli industriali chiede piuttosto la fine delle schermaglie da campagna elettorale infinita e un piano di medio termine, da presentare assieme alla prossima legge di Bilancio, per evitare la procedura di infrazione da parte della commissione europea.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO