Caos procure: Cassazione promuove azione disciplinare per 4 consiglieri CSM

Pasquale Grasso Anm

Aggiornamento 12 giugno 2019 - Il Procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio si è fatto carico di promuovere l'azione disciplinare nei confronti dei quattro consiglieri togati del Csm che si sono autosospesi dopo le notizie sui presunti incontri tra l'ex presidente dell'Anm Luca Palamara, indagato per corruzione, e i deputati Pd Luca Lotti e Cosimo Ferri per discutere della nomina del nuovo procuratore di Roma.

Bufera procure, all’ANM si apre la crisi sul caso degli autosospesi del Csm

9 giugno 2019 - All’interno dell’Associazione Nazionale Magistrati si è aperta la crisi: le correnti Area, Unicost e Autonomia e Indipendenza hanno chiesto di convocare urgentemente una riunione con all’ordine del giorno il rinnovo della giunta. Di fatto, dunque, l’attuale giunta guidata da Pasquale Grasso di Magistratura Indipendente è sfiduciata.

Il motivo è proprio il documento che la corrente Magistratura Indipendente ha approvato ieri per invitare i consiglieri che si erano autosospesi in seguito allo scandalo sulle nomine a tornare nel Consiglio superiore della magistratura. Ma questa decisione è esattamente il contrario di quanto, invece, tutta l’Anm aveva deciso qualche giorno fa, ossia le dimissioni dei consiglieri coinvolti.

Nel documento con cui le correnti Area, Unicost e Autonomia e Indipendenza sfiduciano la giunta di Pasquale Grasso viene spiegato:

“Il documento adottato all'unanimità dall'Assemblea nazionale di Magistratura Indipendente, tenuta ieri a Roma si pone in netta contrapposizione con il documento deliberato dal Comitato Direttivo Centrale dell'Anm ed esclude la possibilità di proseguire l'esperienza dell'attuale Giunta che vede la presenza e la presidenza di Magistratura Indipendente”

E nel documento viene inoltre messo in evidenza come la richiesta ai consiglieri del Csm di Magistratura Indipendente che si erano autosospesi di riprendere la propria attività non fa altro che creare un “incidente istituzionale senza precedenti” che “potrebbe condurre all’adozione di riforme dell’Organo di autogoverno dal carattere ‘emergenziale’ con il rischio di alterarne il delicato assetto voluto dalla Costituzione a garanzia dell’autonomia e dell’indipendenza della magistratura senza risolvere i problemi posti dalle gravi recenti vicende”.

Inoltre nel documento viene chiesto a Magistratura Indipendente di assumersi le responsabilità di quanto sta succedendo davanti alla magistratura e al Paese.

Foto © ANM

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO