Governo, tregua tra Salvini e Di Maio: "Ora abbassiamo le tasse". Conte: prioritario evitare sanzione Ue

vertice governo Conte - Di Maio - Salvini

Al termine del vertice di governo tra il premier Giuseppe Conte e i suoi vice, il primo dopo le elezioni europee che hanno ribaltato i rapporti di forza nella maggioranza, Matteo Salvini rassicura: "Tutto bene, incontro positivo. Obiettivo comune è evitare l'infrazione garantendo la crescita, il diritto al lavoro e il taglio delle tasse. Non ci sarà nessuna manovra correttiva e nessun aumento di tasse."

Parole analoghe da Luigi Di Maio: "Vertice positivo, priorità è abbassare le tasse. Al vertice un clima positivo di chi vuole lavorare al massimo per l'Italia. Il primo obiettivo e la priorità in questo momento è abbassare le tasse e lavoreremo per questo".

Dove trovare i fondi per abbassare le tasse, quando già bisogna vedere come sminare 23 miliardi di clausole di salvaguardia per evitare l’aumento dell’Iva l’anno prossimo, non è ancora chiaro. Intanto da Palazzo Chigi si precisa che la priorità del brevissimo periodo non è il taglio delle tasse ma è evitare la procedura di infrazione Ue sui nostri conti pubblici.

Conte ha parlato della necessità di "un incontro con i tecnici del Mef e il ministro Tria per mettere a punto una strategia da adottare nell'interlocuzione con l'Europa, volta ad evitare una procedura di infrazione per il nostro Paese e per impostare una manovra economica condivisa". Quindi l’annuncio di un nuovo vertice di governo per ridefinire l’agenda.

Se tra Di Maio e Salvini sia scattata davvero una tregua dopo le tornate elettorali per le Europee e le Amministrative lo si capirà nei prossimi giorni. Il premier ieri in un’intervista al Corriere della Sera ricordava (soprattutto a Salvini) che il capo del governo è lui e che è lui a dover trattare con l’Ue e ad avere l’ultima parola, ventilando le sue dimissioni di fronte a nuove intemperanze con Bruxelles e nuove liti da parte dei due leader dei partiti di maggioranza.

Oggi intanto il decreto sicurezza bis arriverà in Cdm mentre si fa sapere che è stato "altresì concordato di accelerare sulla proposta legislativa sul salario minimo attualmente in discussione presso la competente commissione al Senato”. Il governo insomma va avanti, almeno per ora.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO