Hong Kong, sospesa la legge sull'estradizione. La protesta ha vinto

La governatrice Carrie Lam ha dato l'annuncio.

Il governo di Hong Kong, dopo una settimana di proteste per le strade, ha deciso di sospendere la legge che consente l'estradizione dei sospetti in Cina. L'annuncio è stato dato dalla governatrice Carrie Lam nel corso di una conferenza stampa, che ha sottolineato che la decisione è stata presa "alla luce di quanto successo" e in particolare degli scontri tra polizia e manifestanti avvenuti domenica e mercoledì.

Lam ha anche aggiunto che questa scelta è giunta da parte del "governo responsabile" che aveva "intenzioni sincere di colmare alcune lacune normative". La governatrice ha letto una lunga dichiarazione, prima in cantonese e poi in inglese, per ricostruire tutta la vicenda e concludere che, se in un primo momento la volontà era di approvare la normativa e renderla effettiva entro luglio, ossia entro l'attuale legislatura, ora non è più la priorità, e ha anche commentato:

"Forse non stiamo stati sufficientemente efficaci nella comunicazione, ma ora la priorità è quella di ricostruire la pace e l'ordine e la fiducia verso il governo"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO