Papa Francesco a Camerino ha fatto visita ai terremotati

Ha fatto colazione nelle casette Sae.

Papa Francesco a Camerino tra i terremotati

Tra una benedizione e una battuta scherzosa, Papa Francesco questa mattina ha fatto visita ad alcune famiglie terremotate di Camerino, cittadina in provincia di Macerata colpita dal sisma tre anni fa. È entrato nelle casette dove gli è stata offerta la colazione. Nella struttura abitativa emergenziale (Sae) di una coppia si è anche fermato a mangiare qualcosa e ha scherzato sul fatto che i padroni di casa, per l'emozione, invece non hanno consumato nulla di quello che avevano preparato e ha detto "Allora sono avvelenate?". Gli inviti per il Pontefice, però, sono stati troppi e così alla fine ha dovuto rifiutare e ha detto "Altrimenti faccio come le galline", nel senso che avrebbe "beccato" un po' di qua e un po' di là.

A un ragazzo dell'associazione "Io non crollo", Bergoglio ha detto:

"Bisogna fare una scommessa sulla speranza: ci fa aspettare, ma non delude"

Il Papa in tutto è entrato in sei Sae, quindi circa il doppio di quante erano state previste inizialmente dagli organizzatori, e, prima di entrare nella Cattedrale di Camerino (che è ancora inagibile e per questo ha dovuto indossare un casco di protezione e farsi accompagnare dai Vigli del Fuoco), ha ringraziato dicendo:

"Buongiorno a tutti voi, avrei voluto visitare ogni casa ma non è possibile e per questo vi saluto da qua e do la benedizione a tutti. Sono vicino a ognuno di voi e prego per voi perché questa situazione si risolva il più presto possibile. Grazie della vostra pazienza e del vostro coraggio, pregate per me"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO