Salvini su Tria: "Vuole fare il Ministro? Deve tagliare le tasse"

Se Tria vuol continuare a fare il Ministro dell'Economia di questo Governo dovrà adeguarsi a quello che è il programma della Lega. Questo è il messaggio che Matteo Salvini ha inviato forte e chiaro al suo collega di Governo dall'Assemblea di Confartigianato.

La priorità deve essere quella di abbassare le tasse, anche se sull'Italia pende una procedura d'infrazione: "Mi pagano lo stipendio per dare lavoro agli italiani, non per dire signor sì, signor padrone in un ufficio a Bruxelles. Tria è un nostro ministro che porterà avanti il programma di tutto il governo che nella prossima manovra economica avrà il taglio delle tasse come punto centrale. Chi vuole fare il ministro di questa squadra sa che il taglio delle tasse è la priorità di questo Paese. Tagliare le tasse non è un capriccio di Salvini, è un’emergenza".

Altro terreno di scontro è quello legato ai minibot che Tria, dallo stesso palco ha definitivo "pericolosi, illegale e non necessari". Anche su questo fronte, Salvini ha invitato il Ministro Tria a rimettersi in riga: "I minibot sono uno strumento, un mezzo per raggiungere il fine del pagamento dei debiti dello Stato. Se il ministro ha un’idea diversa la porti al tavolo, altrimenti si fa quello che c’è nel contratto di governo e che ha approvato il Parlamento".

Borghi sui Minibot: "Tria non li ha capiti"

Anche Claudio Borghi, Presidente della Commissione Bilancio della Camera nonché ideatore della proposta sui Minibot, è andato all'attacco del Ministro dell'Economia: "Ci vuole una grande pazienza, non so perché la pensi così, quando potremo fare una riunione gli spiegheremo che non è così. Il Ministro dell'Economia deve fare quel che il programma di governo, che lui ha visto e sottoscritto". E poi, lapidario, ha aggiunto: "non li ha ancora capiti. Non sono illegali, perché nessuno è obbligato ad accettarli. Gli faremo cambiare idea".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO