Fico, richiamo a Conte: "Troppi decreti legge"

fico conte decreti legge

Il presidente della Camera, Roberto Fico, ammonisce il governo lamentando il massiccio ricorso ai decreti legge. Nella lettera inviata al premier Giuseppe Conte e consegnata ai capigruppo, l’inquilino di Montecitorio sottolinea come il ricorso ai decreti legge "assume rilevanti dimensioni" ed è "suscettibile di produrre un'alterazione del fisiologico assetto costituzionale dei rapporti fra Governo e Parlamento nell'esercizio della funzione legislativa, alimentando tensioni nella dialettica fra la maggioranza e le opposizioni".

Con la missiva di oggi, Fico chiede sostanzialmente che si eviti in futuro l’ingolfamento delle Camere avvenuto con gli ultimi due decreti legge (Sblocca Cantieri e Dl Crescita) tramite un migliore coordinamento dei tempi.


"Dimensioni molto ampie dei decreti - evidenzia Fico nella lettera al presidente del Consiglio - risultano difficilmente compatibili con i ridotti tempi di esame parlamentare imposti dalla scadenza costituzionale dei provvedimenti d'urgenza e rischiano di determinare una eccessiva compressione presso la Camera chiamata per seconda ad esaminare il provvedimento, ove l'iter presso la prima si prolunghi ben oltre i trenta giorni".

La missiva si conclude con il seguente appello:

"Sono certo che sarà possibile per il futuro garantire condizioni più equilibrate nell'esercizio della potestà legislativa tra governo e Parlamento".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO