Aggredito al comizio di Salvini per uno striscione: denunciati militanti di Forza Nuova

aggressione comizio matteo-salvini

Hanno aggredito un ragazzo a un comizio di Matteo Salvini a Cremona solo perché aveva esposto una sciarpa, a mo' di striscione, con su scritto “Ama il prossimo tuo”, massima cattolico-evangelica che ad alcuni militanti di Forza Nuova ha dato così tanto fastidio da usare violenza contro un 26enne. Tre contro uno.

L’episodio porta la data del 3 giugno scorso. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, i militanti fascisti avrebbero preso a schiaffi, pugni e calci il giovane dopo aver tentato di togliergli dalle mani lo striscione e di allontanarlo dalla piazza dove il ministro dell’Interno e vicepremier stava parlando.

Secondo quanto riporta Adnkronos lo stesso Salvini si era accorto dal palco di quanto stava accadendo e avrebbe detto: "Lasciatelo da solo, poverino. Un applauso all'unico comunista che c’è" per poi aggiungere: "Se non c'è un comunista ai giardinetti non ci divertiamo".

Secondo la Digos dopo aver insultato e strattonato il ragazzo, i tre militanti di Forza Nuova hanno cominciato a colpirlo. Solo l’intervento di alcuni agenti della polizia locale ha messo fine all’aggressione: il giovane pestato è stato soccorso e fatto allontanare per ricevere le prime cure.

Poi la Digos ha convocato il ragazzo per sentire la sua versione dei fatti ma lui non ha voluto sporgere denuncia, forse per paura di ritorsioni, dicendo di non aver riportato lesioni. Le indagini però sono andate avanti lo stesso e gli agenti, grazie a un filmato amatoriale, hanno identificato due dei presunti responsabili della vile aggressione, un 43enne e un 19enne cremonesi. Il terzo membro del gruppo non è stato ancora identificato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO