Boccia (Confindustria) ironizza: "Sull'Ilva il capolavoro del governo. Ci dica se vuole paralisi dell'industria"

Secondo il Presidente di Confindustria il governo spaventa gli investitori.

Vincenzo Boccia su Ilva contro Governo Conte

Il Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia oggi è intervenuto all'assemblea congiunta con Finmeccanica che si è svolta proprio nel distaccamento dei vigili del fuoco dello stabilimento siderurgico dell'ex Ilva alla presenza dell'amministratore delegato di ArcelorMittal Matthieu Jehl.

Boccia ha detto:

"Abbiamo la fortuna di avere un investitore in un’area del paese che è importante, del Mezzogiorno, a Taranto, che si impegna a mettere a posto in chiave ambientale e in chiave economica l’industria, lo stabilimento siderurgico di Taranto. Noi invece lo spaventiamo e se mai lo arrestiamo pure. Mi sembra un capolavoro che solo in un Paese come questo può essere oggetto di dibattito"

Boccia si riferisce all'abolizione dell'immunità penale per i gestori del siderurgico in relazione al piano ambientale come previsto dal decreto Crescita (l'immunità termine il 6 settembre), ma anche ad altri punti nodali dell'economia. Il Presidente di Confindustria ha aggiunto:

"Questo governo deve chiarire se vuole portare alla paralisi dell’industria italiana, se questo è nei suoi fini o se pensa che la questione industriale sia un elemento centrale per questo Paese"

E Matthieu Jehl ha detto:

"Siamo impegnati a migliorare le prestazioni ambientali di Taranto e a rispettarne l’ambiente, ma non possiamo essere ritenuti potenzialmente responsabili per problemi che non abbiamo causato e che ci siamo impegnati a risolvere. Non è una questione di immunità, noi tutti qui siamo responsabili delle nostre azioni. Si tratta delle tutele legali necessarie a permetterci di realizzare il piano ambientale"

Lunedì prossimo a Taranto, presso la Prefettura, si farà il punto sul Contratto istituzionale di sviluppo alla presenza di Luigi Di Maio, della ministra per il Sud Barbara Lezzi, della ministra della Salute Giulia Grillo, del ministro dell'Ambiente Sergio Costa e anche dei ministri dei Beni Culturali Alberto Bonisoli e della Difesa Elisabetta Trenta. In Consiglio dei Ministri sarà poi affrontata la questione della tutela di 15mila posti di lavoro nello stabilimento siderurgico tarantino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO