Sea Watch presenta esposto in procura - Olanda: "Comprendiamo Italia, ma non prendiamo i migranti"

AGGIORNAMENTO 17:30 - L’account Twitter di Sea Watch Italy ha pubblicato il video dell’incontro tra alcuni uomini della guardia di Finanza e la comandante Carola Rackete.

"I nostri superiori ci hanno detto di farvi avere pazienza, perché probabilmente si sta sbloccando la situazione".


AGGIORNAMENTO ORE 17:10 - Ankie Broekers-Knol, il ministro olandese delle Migrazioni, replica a Matteo Salvini:

"Come il governo olandese ha affermato da tempo, comprendiamo le preoccupazioni dell'Italia e riconosciamo i suoi sforzi nel frenare la migrazione incontrollata verso l'Ue. È anche noto che il governo condivide le preoccupazioni riguardo alle azioni della Sea-Watch 3, ciò non significa che prenderemo anche gli stranieri".

Alla Sea Watch 3 è stato negato l’accesso al porto di Lampedusa. La nave della ong tedesca oggi ha provato a entrare nel molo ma è stata bloccata dalle autorità italiane: "Questa mattina la nave ha comunicato con le autorità informandole che erano trascorse ormai 24 ore dalla dichiarazione dello stato di necessità che la ha costretta all'ingresso nelle acque territoriali. Alle 14:16, non avendo ricevuto nessuna comunicazione o assistenza, ha proceduto verso il porto. Ma a circa un miglio le è stato intimato di spegnere i motori. La nave ora è ferma a un miglio dall'ingresso nel porto" spiega la portavoce della ong, Giorgia Linardi.

L’ong intanto, attraverso i suoi legali, ha presentato un esposto alla procura di Agrigento perché vengano valutate "eventuali condotte di rilevanza penale" da parte delle "autorità marittime e portuali preposte alla gestione delle attività di soccorso" e per chiedere che venga considerata "l'adozione di tutte le misure necessarie" per lo sbarco dei migranti ponendo "fine alla situazione di gravissimo disagio".

Dalle opposizioni il PD va all’attacco: "Al porto di Lampedusa con Graziano Delrio e Giuditta Pini. Sea Watch 3 laggiù in fondo. Siamo qui da ieri sera, abbiamo espresso solidarietà a don Carmelo La Magra, siamo stati in capitaneria di porto, siamo in contatto con il prefetto. Naturalmente siamo in contatto con la capitana, daremo una mano per far sbarcare tutti, costi quel che costi. La disumanità del ministro della paura non vincerà" ha scritto sui social il parlamentare dem Davide Faraone.

Per Forza Italia invece parla la presidente del gruppo alla Camera Mariastella Gelmini: "Nessuno è al di sopra delle leggi e del diritto internazionale. Nemmeno la Sea Watch e il suo equipaggio... I migranti vengano messi prontamente in sicurezza, siano presi in carico quanto prima dai Paesi Ue e l'imbarcazione sia sequestrata dalle autorità italiane. La sicurezza dei confini non può essere messa a repentaglio da simili prove di forza che non fanno altro che aggravare una situazione già estremamente delicata. Forza Italia su questo punto è molto chiara: bisogna sempre coniugare rigore, rispetto delle leggi e umanità".

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini auspica il sequestro della nave e l’arresto dell’equipaggio mentre l’Unione europea ha chiesto al governo di far sbarcare i 42 migranti a bordo della nave da 15 giorni: "Poi li ricollocheremo". Ma per ora nulla si muove davanti al porto della piccola isola. Lo stallo prosegue.

Sea Watch lampedusa

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO