Di Maio a Salvini: "Le crisi non si risolvono con un tweet"

Luigi Di Maio salario minimo orario

Le tensioni ai vertici dell'esecutivo gialloverde sono più o meno costanti - si passa continuamente da un'allerta media ad un'allerta rossa - e con Matteo Salvini al centro della scena col caso della Sea Watch, Luigi Di Maio non perde occasione di lanciare attacchi e frecciatine.

Lo aveva già fatto oggi sulla vicenda di Alitalia, ricordando cosa successe quando Silvio Berlusconi era al governo, e lo ha fatto di nuovo anche in serata, ospite di Zapping su RadioUno.

Non discuto quello che si fa al Viminale, ma nei miei ministeri abbiamo trovato oltre 180 tavoli di crisi e le crisi non si risolvono con un tweet o un'intervista, ci lascino lavorare.

Salvini è l'uomo dei grandi proclami e degli slogan, ma è vero che quelle promesse molto spesso si perdono per strada. Nei giorni scorsi la Lega era tornata alla carica con la flat tax e una copertura di 15 miliardi di euro, ma nessun altro dettaglio era stato aggiunto. Dove si trovano quei 15 miliardi? Se lo è chiesto anche Luigi Di Maio:

La Lega chiede di fare la flat tax ma ci deve indicare la copertura. Hanno vinto le elezioni, hanno una responsabilità in tal senso, non si pretende di avere 15 miliardi, si trovano.

Il vicepremier pentastellato è tornato all'attacco anche sulla questione Alitalia, ribadendo quanto già affermato solo poche ore prima:

Mi spiace quando Salvini perde la memoria, nel 2008 la Lega e Berlusconi fecero l'operazione capitani coraggiosi con 4 miliardi di soldi pubblici buttati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO