Sea Watch 3, la Francia accoglierà 10 migranti sbarcati a Lampedusa

Christophe Castaner

La Francia è uno dei Paesi che ha acconsentito ad accogliere una parte dei migranti sbarcati questa notte a Lampedusa dalla Sea Watch 3 dopo oltre due settimane di stallo in mare.

L'ufficialità è arrivata oggi da parte del ministro dell'Interno francese Christophe Castaner, accusando l'Italia di aver chiuso i porti "in violazione del diritto internazionale del mare" e ricordando quante migliaia di migranti sono stati accolti dalla Francia negli ultimi anni:

La Francia è pronta ad accogliere 10 persone bisognose di protezione tra quelle che saranno sbarcate dalla Sea Watch 3, al pari di altri partner europei che hanno preso simili impegni. [...] La Francia si è presa le sue responsabilità nel Mediterraneo centrale dall'inizio della crisi migratoria ed è falso dire che l'Ue non si sia mostrata solidale con l'Italia in questo contesto.

Castaner ha snocciolato qualche numero e ricordato quanti fondi sono stati dati dalla Francia all'Italia per la gestione della crisi migratoria:

Quasi 13mila rifugiati arrivati in Italia tra il 2016 e il 2017 sono stati accolti da altri Paesi europei, tra cui la Francia, in un periodo in cui l'Italia aveva scelto una stretta cooperazione con i suoi partner europei. Dal 2015, la Francia ha versato all'Italia 951milioni di euro a sostegno della sicurezza e della gestione delle frontiere (435 milioni) e per l'accoglienza, l'immigrazione e l'integrazione (516 milioni di euro) [...] La Francia, da parte sua ha preso un impegno senza precedenti per il ricollocamento di 10mila rifugiati tra il 2017 e il 2019 direttamente dai luoghi di transito, per evitare loro un viaggio che potrebbe mettere in pericolo le loro vite. Quasi 8mila ne sono già arrivati sul nostro territorio. Noi ci siamo all'appuntamento della solidarietà

Il Ministro degli Esteri francese ha puntato il dito contro l'Italia e contro la politica di Matteo Salvini, attuata in contrasto con le leggi internazionali:

Ora che la crisi migratoria ha drasticamente diminuito la sua ampiezza, anche grazie al contributo dell'Ue, l'attuale governo italiano fa la scelta di soluzioni non concertate con i suoi partner europei, denunciando una mancanza di solidarietà dell'Europa e dei suoi Stati membri. Ha infatti annunciato una chiusura dei suoi porti in violazione del diritto internazionale del mare, anche se gli sbarchi di persone soccorse in mare sul suo territorio continuano, sia da parte di navi delle Ong che della guardia costiera italiana.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO