La Francia all'attacco: "Chiusura porti è violazione del diritto del mare". Salvini: "Non accetto lezioni da Parigi"

La Francia si unisce al coro europeo di critiche al governo italiano per la gestione del caso Sea Watch finito con l’arresto della comandante Carola Rackete che, con 40 persone a bordo da oltre due settimane, si è sentita in dovere di forzare il blocco delle autorità italiane attraccando a Lampedusa la scorsa notte violando l'alt della Guardia di finanza.

"La chiusura dei porti è una violazione del diritto del mare" ha detto il ministro dell'Interno francese Christophe Castaner a cui è arrivata la pronta replica di Salvini: "Non prendiamo lezioni dalla Francia... Parigi ha chiuso Schengen, era in prima fila per bombardare la Libia, abbandonava gli immigrati nei boschi italiani".

Critiche all'Italia sono arrivate anche dal ministro degli esteri tedesco Heiko Mass: "Salvare vite umane è un dovere umanitario" ha ricordato mentre il suo omologo lussemburghese usando gli stessi argomenti ha chiesto la liberazione della comandante della Sea Watch, in stato di fermo a Lampedusa per le accuse di resistenza e violenza contro nave da guerra.

Anche il Segretario di Stato Vaticano ha commentato il comportamento del governo italiano: "Credo che la vita umana va salvata in qualsiasi maniera. Quella deve essere la stella polare che ci guida. Tutto il resto è secondario" ha detto il cardinale Pietro Parolin rispondendo ai giornalisti a margine di una celebrazione a Potenza.

Matteo Salvini sea watch non accetto lezioni da parigi

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO