Sea Watch, Ministra Trenta: "Gravissimo quanto fatto dalla capitana Carola Rackete"


La ministra della Difesa Elisabetta Trenta (M5s) interviene sulla vicenda Sea Watch per stigmatizzare il comportamento della comandate della nave Carola Rackete che ha forzato l’alt imposto dalla Guardia di Finanza attraccando nel porto di Lampedusa la scorsa notte.

"Quanto fatto da Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3, è stato gravissimo" ha scritto su Facebook il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta in relazione allo speronamento di una motovedetta della Gdf da parte della Sea Watch.

Il capitano Rackete "ha violato le leggi dello Stato italiano rischiando di arrecare danni irreparabili ai nostri uomini e donne in uniforme" ha aggiunto il ministro. Preoccupazioni espresse già dal titolare degli Interni Matteo Salvini e dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti.

Ma il comportamento del governo italiano, il "porti chiusi" imposto dal Viminale e l’arresto di Carola Rackete hanno attirato in queste ore diverse critiche da parte di alcuni paesi europei.

Il ministro degli Esteri del Lussemburgo, unendosi alle proteste di Berlino, ha chiesto che la capitana venga presto liberata, mentre la Francia - che accoglierà 10 dei 42 migranti sbarcati dalla Sea Watch - ha osservato che la chiusura dei porti viola il diritto del mare, suscitando la piccata risposta di Salvini.

trenta su sea watch carola rackete

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO