Fedriga (Lega): "Muro anti-migranti lungo 243 chilometri"

L'idea era già stata lanciata due giorni fa, ma oggi il governatore del Friuli-Venezia Giulia, il leghista Massimiliano Fedriga è tornato alla carica in un'intervista concessa al Fatto Quotidiano, ipotizzando la costruzione di un muro di 243 chilometri al confine est italiani, nella regione da lui governata da qualche settimana a questa parte.

Si tratta ovviamente di un'ipotesi al vaglio della Regione insieme al Viminale guidato da Matteo Salvini, che solo poche settimane fa si era recato in Ungheria e aveva elogiato proprio il muro anti-migranti alzato lungo il confine con la Serbia. Il leghista ha dichiarato:

Certo che se l’Europa non tutela i suoi confini noi saremo costretti a fermare l’ondata migratoria che avanza attraverso altri Paesi dell’Ue con tutti i mezzi. Non possiamo mettere poliziotti a ogni metro, anche se le misure di vigilanza, grazie al nuovo piano del Viminale, stanno dando i loro frutti.

Alzare un muro o qualcosa di molto simile, secondo il nuovo compare di Matteo Salvini, farebbe risparmiare sul numero degli agenti coinvolti al confine italiano e garantirebbe "una maggiore sicurezza dei cittadini". O almeno questo è quello di cui è convinto Fedriga, più orientato a fomentare la xenofobia già profondamente diffusa in Italia che contribuire in modo costruttivo e risolutivo al fenomeno dei flussi migratori.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO