Rebus Commissione, Macron: "È un fallimento"

I leader dell'Unione Europea non riescono a trovare un punto d'incontro sulle nomine dei nuovi commissari. I lavori del Consiglio sono andati avanti ad oltranza questa notte e neanche attraverso degli incontri bilaterali e trilaterali si è riusciti ad arrivare ad un punto d'intesa. Alla fine si è addirittura preferito non andare al voto, rinviando tutto a domani.

Il perché di questa scelta l'ha spiegato Angela Merkel: "Non siamo andati al voto perché nessun candidato avrebbe avuto la maggioranza". La cancelliera punta ad avere un'ampia maggioranza perché "non sarebbe stato abbastanza, anche se sufficiente in base alle regole, al fine di evitare tensioni" in futuro.

Per Macron quello di oggi si può solo considerare un fallimento: "Abbiamo finito questa giornata con quello che si può chiamare un fallimento, perché non è stato trovato un accordo e credo che abbiamo dato un'immagine molto negativa dell'Europa". E infine: "Nessuno può essere contento dopo tante ore di lavoro. Questo fallimento è dovuto alle divisioni, da una parte in seno al Partito popolare europeo, e dall'altro lato divisioni geografiche in seno al Consiglio".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO