Migranti, il procuratore di Agrigento: "Il vero pericolo sono gli sbarchi fantasma"

Luigi Patronaggio

Il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio è intervenuto davanti alle commissioni Affari Costituzionali e Giustizia della Camera dei Deputati per fare il punto della situazione sul lavoro della Procura del capoluogo siciliano sui casi delle navi delle ong che hanno soccorso i migranti nel Mar Mediterraneo e li hanno poi fatti sbarcare in Italia, non ultimo quello della Sea Watch 3 ora posta sotto sequestro.

Patronaggio ha approfittato di questa occasione per spiegare una volta per tutte che, sulla base degli elementi raccolti in questi anni di inchieste, che esistono accordi tra le Ong e i trafficanti libici finalizzati a far sbarcare in Italia i migranti. Anzi, secondo il procuratore di Agrigento, non sarebbero affatto gli sbarchi effettuati dalle nave di Ong a destare un pericolo per la sicurezza del Paese, come invece il Ministro dell'Interno Matteo Salvini e la sua macchina di propaganda ribadiscono ad ogni occasione possibile.

Il vero problema sono gli sbarchi fantasma, quelli che passano inosservati e che permettono di far arrivare in Italia persone con precedenti penali o legate ad organizzazioni terroristiche:

Arrivano dai barchini dalla Tunisia e si tratta molto spesso di persone con precedenti penali o che hanno contatti con organizzazioni terroristiche vicine all'Isis. [...] Mentre si agitava il caso della Sea-Watch 3, negli stessi giorni in silenzio oltre 200 migranti sono sbarcati con vari mezzi, salvataggi di Guardia di finanza e Guardia costiera o barchini.

Numeri alla mano, Patronaggio ha sottolineato il numero degli sbarchi legati alle ong "sono una porzione assolutamente minore e per quanto riguarda quest'anno sono statisticamente insignificanti". Il procuratore ha voluto ribadire anche un altro concetto che la propaganda politica non sembra voler tenere in considerazione:

I porti Sar libici non sono sicuri e la zona Sar libica non è adeguatamente coperta dalla guarda costiera e funziona solo grazie all'accordo bilaterale con l'Italia. Il mio ufficio ha già raccolto documentazione in tale senso dall'Unhcr e da altri organismi internazionali.

Patronaggio si è anche detto molto critico nei confronti del decreto sicurezza bis fortemente voluto da Matteo Salvini, che a suo dire non sarebbe stato giustificato da motivi di urgenza, considerando anche che il numero degli sbarchi in questi mesi si è notevolmente ridotto rispetto al passato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO