Divieto di fumo su tutte le spiagge, la proposta di legge del PD


È un Partito democratico che appare più sensibile alle questioni ambientali quello di Nicola Zingaretti. I dem hanno presentato una proposta di legge sul divieto di fumo su tutte le spiagge libere, gli arenili e le aree demaniali costiere d’Italia. Il primo firmatario è il deputato Mario Morgoni che fa parte della commissione Ambiente di Montecitorio. L’obiettivo è "regolamentare in maniera uniforme e di dare uno sviluppo necessario a ciò che a oggi è affidato esclusivamente alle ordinanze dei sindaci", appunto il divieto di fumo in spiaggia.

"A fronte di un oggettivo calo dei fumatori, occorre intervenire in quelle falle ancora aperte che determinano situazioni di criticità sia sotto il profilo di tutela della salute sia per quanto riguarda il contrasto all’inquinamento e alla salvaguardia ambientale. Per questo abbiamo ritenuto opportuno intervenire con una norma che estendesse gli ambiti di divieto a favore della salute pubblica e dell’ambiente" ha spiegato l’onorevole Morgoni.

Ad oggi sono una ventina le città italiane che hanno già bandito il fumo in spiaggia, tra cui quella di Capaci (nel video in alto), la prima in Sicilia. Morgoni precisa che si darà "facoltà ai Comuni, qualora fossero intenzionati a farlo, di predisporre eventuali spazi da destinare ai fumatori entro 60 giorni dall’approvazione della legge. In questo modo la materia viene trattata uniformemente sul territorio nazionale senza avere divieti a macchia di leopardo e il prevalere di elementi discrezionali".

I mozziconi di sigarette hanno un impatto "devastante sull’ambiente e sull’ecosistema marino". Su "4.500 miliardi di sigarette disperse nell’ambiente - aggiunge Morgoni - due terzi finiscono in mare" contaminando le acque e la catena alimentare della fauna marina.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO