Putin a Roma: incontri con Mattarella, Conte, il Papa e Berlusconi

Il Presidente russo starà a Roma 10 ore.

Il Presidente russo Vladimir Putin arriverà oggi a Roma a mezzogiorno, sbarcherà a Fiumicino a bordo del suo aereo da 70 milioni di euro, il Ilyushin 96-300Pu, forse con altri veivoli di sorta che trasporteranno le auto e gli strumenti di telecomunicazione. La sua limousine, invece, la Aurus Senat da sei metri e mezzo di lamiere corazzate, è già arrivata ieri e sono anche state fatte delle prove a Palazzo Chigi per vedere se riesce a entrare nel cortile.

Il seguito di Putin è composto da svariate auto di scorta e un migliaio di agenti, tra cui i tiratori scelti appostati sui tetti e le terrazze e gli artificieri. Ha anche un assaggiatore personale, che dovrà testare tutto quello che gli verrà servito. Già nei giorni scorsi a Roma è arrivato un team di ex KGB per fare dei sopralluoghi.

Putin avrà come quartier generale a Roma l'Hotel St Regis, ma di fatto ci starà pochissimo. Appena arriverà a Roma, infatti, è atteso al Vaticano, dove alle 13 è in programma il suo terzo incontro con Papa Francesco (l'ultima volta, nel 2015, arrivò dal Pontefice in ritardo di un'ora...). Alle 15, invece, Putin è atteso al Quirinale, dove parteciperà a un pranzo con il Presidente Sergio Mattarella.

In seguito, alle 16:15, sarà a Palazzo Chigi per i colloqui con il Premier Giuseppe Conte, che saranno incentrati sugli accordi di Minsk per la pace nell'Est Ucraina, le sanzioni la Libia, ma anche l'Iran e il Venezuela. I due si recheranno poi alla Farnesina, sede del ministero degli Esteri, per il Forum di dialogo italo-russo della società civile, al quale prenderanno parte rappresentanti delle imprese, del mondo accademico e della cultura.

A cena, alle 19:30, Putin è invitato a Villa Madama, ospite di Conte, ma ci saranno anche i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi. In serata è molto probabile che incontri anche il suo caro amico Silvio Berlusconi, come fece in occasione della visita del 2015. Con Putin ci sono anche il ministro degli Esteri Russo Sergey Lavrov, e quello dell'Industria, Denis Manturov. La ripartenza per la Russia è fissata alle ore 22 da Fiumicino.

Per la sicurezza di Putin scene "da film"

Oltre all'assaggiatore e ai franchi tiratori e gli artificieri di cui abbiamo già parlato, la sicurezza di Putin a Roma sarà affidata anche a droni ed elicotteri che sorveglieranno lo spazio aereo, inoltre le comunicazioni telefoniche saranno schermate nelle zone in cui ci sarà il suo passaggio e il traffico sarà vietato in una "green zone" di 50 strade. Vietati anche cortei e manifestazioni. Insomma, una Roma blindata per il Presidente russo. E la sua scorta personale è composta da oltre 30 auto blindate...

Vladimir Putin in visita a Roma il 4 luglio 2019

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO