Processo Expo, Beppe Sala condannato a 6 mesi

beppe sala

Il sindaco di Milano Beppe Sala è stato condannato oggi a 6 mesi di carcere per falso materiale e ideologico nell'ambito del processo sulla cosiddetta Piastra Expo.

Secondo l'accusa, il primo cittadino avrebbe retrodatato due verbali relativi alla commissione aggiudicatarie della gara sulla Piastra. Una retrodatazione di 13 giorni, compiuta in concorso con il manager Angelo Paris, che sarebbe servita a non dover rifare la gara e mettere quindi a rischio l'evento inaugurale di Expo 2015.

Per Beppe Sala era stata chiesta una condanna ad un anno e un mese di carcere, ma oggi i giudici del tribunale di Milano hanno ritenuto opportuno infliggere al sindaco una pena inferiore: 6 mesi di reclusione già convertiti in una pena pecuniaria di 45 mila euro.

Il primo cittadino, subito dopo la sentenza, ha così commentato:

Questa sentenza non produrrà effetti sulla mia capacita di essere sindaco di Milano. Assicuro i milanesi che resterò a fare il sindaco per i due anni che restano del mio mandato. Di guardare avanti ora non me la sento. Una sentenza del genere, dopo sette anni, per un vizio di forma, allontanerà tanta gente per bene dall'occuparsi dalla cosa pubblica. I sentimenti che ho sono negativi, qui è stato processato il lavoro e io ne ho fatto tanto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO