Lampedusa, migranti sbarcati nella notte. Alex sequestrato dalla Guardia di Finanza

Salvini si era lamentato di essere stato lasciato solo dai ministri della Difesa Trenta e dell'Economia Tria.

Aggiornamento ore 23:50 - La Guardia di Finanza ha sequestrato il veliero Alex e di conseguenza il Viminale ha disposto lo sbarco dei migranti che erano rimasti ancora a bordo, 46, che saranno trasferiti nell'hot spot di Lampedusa.

Salvini: "Consegnata acqua ma l’hanno rifiutata"

Il veliero Alex della Ong Mediterranea Saving Humans è entrato pochi minuti dopo le 17 nel porto di Lampedusa, scortato da una motovedetta della Gdf e un gommone della Guardia costiera. Poco prima l’equipaggio della Ong aveva dichiarato lo stato di necessità a bordo a causa di "condizioni igienico-sanitarie" diventate insostenibili.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini si è chiesto se anche questa volta la "giustizia" tollererà "l’illegalità, riferendosi al caso di Carola Rackete, la comandate della Sea Watch a cui il gip di Agrigento ha revocato gli arresti domiciliari facendo cadere le accuse.

In merito alla Alex, Salvini ha fatto sapere che ieri erano stati consegnati "più di 400 litri di acqua potabile alla barca a vela Alex e altrettanti sono stati successivamente rifiutati. Oltre all'acqua, l'Italia ha garantito cibo, coperte e medicinali".

Secondo il titolare degli Interni: "Attraverso il proprio ufficio stampa, Alex ha fatto sapere che le bottiglie d'acqua erano troppo ingombranti e a causa delle condizioni igienico-sanitarie ha deciso di infrangere il divieto di accesso nelle acque italiane. Pur di infrangere la legge mettono a rischio la vita degli immigrati" ha chiosato il vicepremier.

Mediterranea ha fatto sapere, però, che l'Alex ha rifiutato una seconda fornitura di acqua di 400 bottiglie, dopo averne presa una di altrettante bottiglie, solo perché il perso era ormai eccessivo.

Matteo Salvini su veliero alex

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO