Lega, la Procura di Milano indaga sui presunti fondi illeciti dalla Russia

La Procura di Milano ha aperto un'inchiesta sulla vicenda dei presunti fondi illegali accordati dalla Russia alla Lega di Matteo Salvini durante un vertice segreto che si è tenuto lo scorso 18 ottobre al Metropol Hotel di Mosca tra tre cittadini russi e tre cittadini italiani, incluso il cosiddetto sherpa della Lega in Russia Gianluca Savoini.

Della vicenda aveva già parlato L'Espresso in una lunga inchiesta pubblicata lo scorso febbraio e proprio in quell'occasione la Procura di Milano aveva iniziato ad indagare. Ora, però, la diffusione dei file audio da parte di BuzzFeed News potrebbe portare nuova linfa alle indagini mentre al momento la politica sembra voler restare a guardare davanti alle rassicurazioni di Matteo Salvini e la reticenza della Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che non sembra ritenere necessario alcun chiarimento da parte del leader della Lega per quelli che ha definito "pettegolezzi giornalistici".

A coordinare l'indagine sono i pm Fabio De Pasquale, Gaetano Ruta e Sergio Spadaro, che hanno già ipotizzato il reato di corruzione internazionale e nel corso di questi ultimi mesi avrebbero già sentito alcune persone di cui non è stata resa nota l'identità.

Giusto questa mattina il vicepremier Matteo Salvini aveva spiegato di non ritenere necessario riferire in Parlamento in quanto totalmente estraneo ai fatti. Nessun commento, al momento, sull'apertura dell'inchiesta a Milano, ma possiamo già dato per certo che nelle prossime ore si lancerà in un nuovo attacco alla magistratura italiana che a suo dire fa di tutto per mettergli i bastoni tra le ruote.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO