Parigi premia Carola Rackete "perseguitata in Italia". Salvini: francesi ipocriti


Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, impegnato in questi giorni a prendere le distanze da Gianluca Savoini e dalla presunta trattativa per finanziamenti russi alla Lega, trova il tempo di scagliarsi contro Parigi che ha premiato la comandante della Sea Watch 3 Carola Rackete, "perseguitata" in Italia per aver "salvato delle vite in mare". Il riferimento è all’attracco nel porto di Lampedusa da parte della capitana della nave della Ong tedesca Sea Watch, violando il divieto del Viminale.

La decisione dell’amministrazione della capitale francese di conferire la massima onorificenza cittadina - la medaglia Grand Vermeil - alla capitana Rackete proprio non va giù al vicepremier italiano che la bolla come ipocrita: "Premiano la comandante tedesca Carola Rackete come fosse un'eroina, ma proprio Parigi non aveva risposto alle sue richieste di aiuto. I francesi si schierano con una ong che fa politica in Italia e con una persona che ha speronato una motovedetta della Guardia di finanza mettendo a rischio la vita dei militari italiani, come il più facinoroso dei gilet gialli".

Rackete ha querelato Salvini per istigazione a delinquere e diffamazione, elencando tutte le offese a suo avviso ricevute. Intanto la Sinistra Gue vuole invitare la comandante al Parlamento Ue per ascoltare il suo racconto sul caso Sea Watch 3, una proposta definita "vergognosa" dagli europarlamentari leghisti che promettono battaglia per ostacolarla.

Carola Rackete

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO