Zingaretti: "Il PD è l'unica alternativa alla deriva italiana"

Si è riunita oggi all'Ergife Palace Hotel di Roma l'Assemblea nazionale del Partito Democratico, la prima da quando Nicola Zingaretti è stato scelto come segretario del partito. Ed è stato proprio l'intervento del Presidente della Regione Lazio il momento clou dell'evento con l'annuncio di un cambiamento senza precedenti all'interno del PD.

Zingaretti, preso atto di quanto accaduto in passato tra fratture interne e il clamoroso calo di consensi che ha permesso a Matteo Salvini di salire al potere, si è detto pronto a cambiare tutto:

Sul partito dobbiamo cambiare tutto: così non si può andare avanti, basta arcipelago dove si esercita il potere, con un regime correntizio che soffoca tutto. Ci sono realtà territoriali feudalizzate, c’è ancora patrimonio di militanti prezioso. Serve una rivoluzione o non ce la facciamo. [...] La riforma del partito è necessaria perché lo strumento che abbiamo non è più utile a svolgere la sua funzione. Non ce ne siamo occupati perché c’erano le elezioni ma sul partito dobbiamo cambiare tutto perché tutti sappiamo che cosi non si va più avanti.

Il segretario Zingaretti ha annunciato quello che rappresenta a tutti gli effetti l'avvio di una nuova fase del Partito Democratico che inizierà con l'imposizione di un'altra agenda politica in contrapposizione alle due forze al governo:

I cinquestelle hanno perso l'anima, sono diventati un'amara stampella, tanti elettori se ne stanno accorgendo. La Lega è la vecchia destra che torna, per batterla non serve più urlare ma un piano per l'alternativa. Basta con la timidezza.

La riforma del Partito Democratico si baserà su tre pilastri: separazione delle cariche di segretario e candidato premier, consultazione online sul programma e apertura ai non iscritti. E la prossima Costituente delle Idee, che si terrà a Bologna dal'8 al 10 novembre 2019, sarà l'occasione per fare il punto della situazione e rivedere lo stato del PD che risale ormai al 2007.

Troppo è cambiato in questi 12 anni, in Italia e all'interno dello stesso Partito Democratico e anche l'ex Presidente Matteo Orfini, a cui nel marzo scorso è succeduto Paolo Gentiloni, ha sottolineato l'esigenza di stracciare e riscrivere radicalmente lo stato del partito.

A questo proposito si insedierà proprio oggi la commissione Riforma dello statuto e del partito che sarà guidata da Maurizio Martina e che nel corso delle prossime settimane lavorerà a stilare le nuove regole del Partito Democratico.

Nicola Zingaretti

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO