Caso Russia-Lega, Conte: "Fiducia in Salvini, ma serve trasparenza"

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a parlare dei legami tra la Russia e la Lega, e dei presunti finanziamenti accordati durante un incontro a Mosca il 18 ottobre dello scorso anno, dopo la nota con cui Palazzo Chigi aveva precisato che l'invito a Gianluca Savoini per la cena in onore di Putin che si è tenuta a Villa Madama lo scorso 4 luglio era arrivato proprio dalla Lega.

Ieri sera, in occasione della sua partecipazione alla cerimonia di chiusura delle Universiadi, il premier ha ribadito di avere fiducia in Matteo Salvini, ma ha sottolineato l'esigenza di trasparenza, proprio come fatto da Palazzo Chigi:

L'ho già chiarito che ho fiducia nel mio ministro dell'Interno Salvini, ovviamente dobbiamo trasparenza e io per quanto mi riguarda l'ho resa nella massima forma e credo che la questione per quanto riguarda il ruolo della presidenza del Consiglio sia abbastanza definito.

Conte, in effetti, si è subito affrettato a fare le verifiche del caso e fornire una spiegazione pubblica circa la presenza alla cena di una figura attualmente indagata dalla Procura di Roma per corruzione internazionale. Il vicepremier Salvini, al momento, preferisce evitare la questione. Per il premier, però, la tenuta del governo non sarebbe a rischio:

Il signor Savoini non ha mai avuto un incarico di governo, quindi il fatto che questa indagine, che al momento riguarda solo lui, possa mettere a rischio la tenuta del governo mi sembra al momento un'osservazione impropria.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO