Torino, sequestrato arsenale da guerra a estremisti di destra - FOTO



Un arsenale da guerra composto da decine di armi è stato sequestrato in queste ore ad un gruppo di militanti dell'estrema destra italiana nell'ambito di un'operazione condotta dalla Digos di Torino in collaborazione con le Digos di Milano, Varese, Novara, Forlì e Pavia.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Torino, erano partite da un gruppo di combattenti italiani che avevano preso parte dalla guerra nel Donbass, in Ucraina, a partire dal 2014. Da lì, però, il raggio d'azione si è allargato e ha coinvolto diverse città del nord Italia e vari gruppi di militanti di estrema destra infiltrati anche nella tifoseria calcistica, come spesso accade.

Le prime perquisizioni erano iniziate la settimana scorsa, quando all'interno della sede dell'associazione di estrema destra Legio Subalpina a Torino, era stato sequestrato uno striscione dei Drughi Giovinezza, gruppo ultras della Juventus. Da quei controlli a tappeto si è arrivati alla serie di perquisizioni eseguite in queste ore nei confronti di decine di persone vicine a quei gruppi.

E così sono spuntate decine di armi da guerra, inclusi diversi fucili d'assalto automatici e persino un missile terra-aria in uso alle forze armate del Qatar.

Foto | ANSA

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO