Salvini su Savoini: "Brava persona fino a prova contraria". E sul M5S: "Attaccato da chi governa con me. La mia pazienza non è infinita"

Le parole del vicepremier a Quarta Repubblica e durante un comizio a Soncino.

Anche questa sera Matteo Salvini è stato intervistato da Quarta Repubblica e il tema oggi era, ovviamente, il caso Savoini.

La giornalista gli ha chiesto se non fosse non dubbio di aver dato troppa fiducia a persone, come Savoini e D'Amico, che non l'avessero alla prova dei fatti meritata, e lui ha risposto:

"Io conosco brave persone. Fino a prova contraria, almeno che non si dimostri che qualcuno ha fatto qualcosa fuori posto io ho fiducia nelle persone. Vivo in un paese civile dove mi fido dei sindaci, degli artigiani e degli imprenditori, dei lavoratori, se c'è qualcuno che ogni tanto sbaglia non vanno messi tutti nel calderone. Se c'è uno stato di diritto liberale e democratico si è innocenti a meno che non si venga dimostrati colpevoli"

Poi ha aggiunto:

"In Italia purtroppo ogni tanto, si è colpevoli sui giornali e in televisione poi tra una settimana non se ne parla più, non viene trovato nulla, però uno è stato infamato. Gli italiani fortunatamente hanno capito e sanno distinguere. Sicuramente diamo fastidio a qualcuno è chiaro e evidente che la Lega primo partito di Europa a qualcuno dà fastidio"

Più tardi, durante un comizio a Soncino, in provincia di Cremona, il leader del Carroccio ha fatto una battuta sul MoVimento 5 Stelle:

"Sto portando tutta la pazienza del mondo. Va bene che mi attaccano i giornali, la sinistra ma essere attaccato da quelli che governano con te è un po' più strano... la mia pazienza non è infinita e tutti devono mantenere la parola data"

E probabilmente non aveva ancora saputo del nuovo attacco sferratogli dalla ministra della Difesa Elisabetta Trenta...

Matteo Salvini su Savoini e attacchi M5S

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO