Salvini rilancia il censimento dei rom: circolare a tutti i prefetti, poi sgomberi

Matteo Salvini censimento rom

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini, finito in questi giorni sotto il fuoco di fila di alleati e PD sul caso Savoini, continua a dire che lui si occupa di "vita reale e di problemi veri" degli italiani. E tra le priorità del Viminale ora sembra essere tornato il censimento dei rom. Il ministro e vicepremier ha firmato e diramato a tutti i prefetti una circolare chiedendo un censimento sui territori relativo alla presenza di insediamenti rom, sinti e caminanti (o camminanti).

Tutto questo, spiega la stessa circolare, per accertare la presenza di eventuali realtà abusive da sgomberare. Entro due settimane Salvini attende sulla sua scrivania un quadro generale della situazione. Il Viminale sottolinea "la rilevanza di un costante monitoraggio sui territori per la tempestiva attivazione, in sinergia con i diversi interlocutori, in primis istituzionali, di incisive iniziative volte alla tutela del complesso dei beni giuridici fondamentali e degli interessi pubblici primari sui quali si basa la civile convivenza".

Nella circolare ci si riferisce anche al "recente incendio sviluppatosi all'interno del campo di Lamezia Terme, che ha posto l'esigenza di una specifica attenzione sulle significative situazioni di illegalità e di degrado che frequentemente si registrano negli insediamenti che spesso si configurano un concreto pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica". Contro il censimento dei rom, proposto da Salvini fin dalla sua entrata al Viminale, si era espresso già l’estate scorsa il leader M5s e alleato di governo Luigi Di Maio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO