M5S accusa Romano (PD): "Ha detto che Businarolo non può presiedere perchè è incinta"

Andrea Romano (PD)

Il deputato del Partito Democratico Andrea Romano è finito al centro di un'accesa polemica quando la deputata pentastellata Angela Salafia ha denunciato in Aula un episodio che sarebbe avvenuto questa mattina durante i lavori della Commissione Giustizia e Affari Costituzionali della Camera sul decreto Sicurezza Bis.

Romano, secondo la ricostruzione del Movimento 5 Stelle e di Forza Italia, avrebbe criticato l'operato di Francesca Businarolo, presidente della commissione Giustizia, mettendo in dubbio le sue capacità di presiedere la Commissione perchè incinta. A denunciare la frase presumibilmente pronunciata da Romano sarebbero stati due deputati, il pentastellato Giuseppe Brescia e il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni della Lega.

L'episodio si sarebbe verificato - la registrazione dell'incontro non è stata ancora pubblicata - durante le proteste del Partito Democratico, che da ieri sta facendo ostruzionismo al decreto voluto da Matteo Salvini dopo il rifiuto del leader della Lega si riferire in Parlamento sul caso dei presunti fondi dalla Russia. Questa la ricostruzione fornita all'AdnKronos da una componente della commissione Giustizia:

Certo che l’ha detto. Testuali parole: ‘Lei non è in grado di presiedere perché incinta’. Lo ha detto davanti ai due presidenti e a Molteni della Lega. Erano tutti addosso al banco della presidenza, hanno sentito anche gli altri deputati del Pd che in commissione hanno chiesto scusa per l’intervento di Romano.

Lega, Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Fratelli d'Italia si sono prontamente uniti nel condannare le parole di Romano e puntare il dito contro l'intero Partito Democratico. La posizione è ben riassunta dalla dichiarazione della deputata di FdL Carolina Varchi: "L’atteggiamento di Romano – ha proseguito Varchi – ci dice che per un uomo di sinistra una donna in gravidanza non è in condizione di svolgere il suo lavoro, come se la gravidanza fosse una malattia".

🔴 L'uomo che vedete in foto è Andrea Romano del PD e oggi in commissione ha rivolto offese indecenti alla nostra...

Posted by MoVimento 5 Stelle on Wednesday, July 17, 2019

Il diretto interessato ha prontamente smentito l'accaduto in una lettera inviata proprio alla presidente della commissione Giustizia Francesca Businarolo:

Mi è stato riferito che questa mattina, alla ripresa dei lavori delle Commissioni congiunte Giustizia e Affari Costituzionali già interrotti con la sospensione di poco precedente, l’on. Brescia avrebbe fatto mettere a verbale mie presunte dichiarazioni rese nella Sala del Mappamondo secondo le quali io avrei sostenuto che il suo stato di gravidanza avrebbe dovuto impedirle di svolgere con equilibrio le sue funzioni di presidente di commissione. La ricostruzione dell’On. Brescia è del tutto arbitraria e fondata su totale falsità, non avendo io mai affermato (né tantomeno pensato) che la sua gravidanza fosse di ostacolo alle sue funzioni di presidente.

La missiva di Andrea Romano prosegue spiegando quali erano state le critiche mosse nei confronti di Businarolo:

Quello che ho affermato (e che penso con convinzione) è che Lei, onorevole Businarolo, questa mattina non abbia svolto con correttezza le sue funzioni di presidente in quanto non ha concesso ai deputati di opposizione che lo chiedevano di svolgere i propri interventi per la durata di cinque minuti per gruppo e per emendamento che erano stati decisi ieri nell’ufficio di presidenza della commissione, pur contro la nostra opinione. In nessun caso e mai mi sarei permesso di riferirmi alla sua condizione di gravidanza come ad un ostacolo.

La verità è destinata a venire a galla a brevissimo. L'incontro era registrato e ora spetta all'ufficio di presidente della Camera il compito di visionare i filmati e prendere eventuali provvedimenti nei confronti del deputato del Partito Democratico.

A proposito del ridicolo tentativo del Movimento Cinque Stelle di aiutare Salvini reprimendo i diritti delle opposizioni, sono intervenuto stamani in aula contro le falsità diffuse dall’On Brescia e ho scritto questo all’On. Businarolo presidente della Commissione Affari Costituzionali
******
Gentile Onorevole Businarolo,
Mi è stato riferito che questa mattina, alla ripresa dei lavori delle Commissioni congiunte Giustizia e Affari Costituzionali già interrotti con la sospensione di poco precedente, l’On. Brescia avrebbe fatto mettere a verbale mie presunte dichiarazioni rese nella Sala del Mappamondo secondo le quali io avrei sostenuto che il suo stato di gravidanza avrebbe dovuto impedirle di svolgere con equilibrio le sue funzioni di presidente di commissione
La ricostruzione dell’On. Brescia è del tutto arbitraria e fondata su totale falsità, non avendo io mai affermato (né tantomeno pensato) che la sua gravidanza fosse di ostacolo alle sue funzioni di presidente. Quello che ho affermato (e che penso con convinzione) è che Lei, Onorevole Businarolo, questa mattina non abbia svolto con correttezza le sue funzioni di presidente in quanto non ha concesso ai deputati di opposizione che lo chiedevano di svolgere i propri interventi per la durata di cinque minuti per gruppo e per emendamento che erano stati decisi ieri nell’ufficio di presidenza della commissione, pur contro la nostra opinione.
In nessun caso e mai mi sarei permesso di riferirmi alla sua condizione di gravidanza come ad un ostacolo.
Cordialmente, Andrea Romano

Posted by Andrea Romano on Wednesday, July 17, 2019
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO