Commissione UE, M5S replica alla Lega: "Siete voi ad aver violato l'accordo con noi"

Luigi Di Maio sea watch

Dopo l'elezione di Ursula von der Leyen a presidente della Commissione UE, riuscita anche grazie al voto dei 14 eurodeputati del Movimento 5 Stelle, la Lega è andata all'attacco degli alleati di governo, ma avversari in Europa, accusandoli di aver cambiato idea all'ultimo minuto sul supporto alla politica tedesca.

Il Movimento 5 Stelle, però, non ci sta e smentisce totalmente la ricostruzione degli eventi fatta dalla Lega, accusando a sua volta il partito di Matteo Salvini di aver infranto un accordo stretto tra le parti:

Dovete sapere che c’era un accordo. Ma questo la Lega non ve lo dirà mai. L’accordo era che anche i cosiddetti “sovranisti”, lontani dai partiti tradizionali, la votassero, sapendo che la "sua" maggioranza non esisteva e in questo modo avremmo potuto condizionare ogni decisione futura in Europa.

Con una nota ufficiale diffusa via Facebook, il Movimento 5 Stelle prosegue fornendo ulteriori dettagli su quel presunto accordo:

Tanto che gli stessi Paesi di Visegrad (tra cui Orban & co, alleati della Lega, hanno votato la Von der Leyen). Tutti erano d’accordo, con tanto di dichiarazioni pubbliche. Poi la Lega, all’ultimo secondo, ha deciso di sfilarsi. Perché...?
Perché mai la Lega, che fino alla mattinata di ieri dichiarava pubblicamente di votare sì insieme al MoVimento 5 Stelle, all'improvviso alle 17 ha votato no?

M5S ha anche una risposta a quella domanda: l'obiettivo era attaccare in modo pubblico il Movimento che fa capo a Luigi Di Maio.

Forse solo per attaccare pubblicamente il MoVimento 5 Stelle.
Contenti loro, contenti tutti! Pur di colpire noi, la Lega ha scelto di condannarsi all’irrilevanza. Tutta questa recita è stata fatta solo per una manciata di consenso.
Se la Lega vuole lamentarsi con qualcuno, lo facesse con i suoi alleati sovranisti, visto che Orban e Kacinsky l’hanno votata.

E l'affondo continua:

Mentre fanno finta di smarcarsi dalla Von der Leyen, ora chiedono che venga nominato un leghista come vice della Von der Leyen. Avete capito bene: il vice presidente della Commissione vorrebbero fosse un leghista. Ma a questo punto, se questi sono i brutti e cattivi, lo sono sempre. Abbiano coerenza almeno in questo.

A conti fatti, però, ha ragione il Movimento 5 Stelle. Fino a poche ore prima del voto del Parlamento Europeo, infatti, nel conteggio dei voti a favore di Ursula von der Leyen c'erano anche i 28 europarlamentari della Lega, intenzionati a "dare un segnale a von der Leyen" per riuscire ad ottenere Giancarlo Giorgetti come commissario con portafoglio di peso. Poi qualcosa è cambiato e la Lega, che pure continua a suggerire Giorgetti col supporto di Silvio Berlusconi, ha votato contro la ministra tedesca.

È evidente, a questo punto, che la frattura tra Lega e Movimento 5 Stelle è sempre più irrecuperabile. Resta solo da capire quanto durerà ancora il governo gialloverde.

La verità sulla Von der Leyen, votata anche dai sovranisti

Visto che oggi i giornali ci hanno dato il buongiorno con...

Posted by MoVimento 5 Stelle on Wednesday, July 17, 2019

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO