Zingaretti: alleanza Pd-M5s? Non è nostro obiettivo. Concentriamoci sui disastri del governo

no governo pd-m5s zingaretti

Franceschini apre, Di Maio chiude e Zingaretti ci mette il sigillo. L’ex ministro dei Beni culturali con una intervista al Corriere della Sera ha cercato di ritrovare il filo del dialogo, semmai sia stato aperto, tra Pd e M5S ma ha incassato prima le risposte piccate dei renziani, quindi la porta in faccia del capo politico dei 5 Stelle e infine la presa di posizione del segretario dem.

Se Luigi Di Maio ha ribadito che il M5S rivendica con orgoglio la sua diversità dal Partito democratico, Nicola Zingaretti non usa toni meno netti: "Nessun governo con il M5S è alle porte e nessun governo con il M5S è l'obiettivo del Pd. Questo anche Franceschini lo dice in modo chiarissimo. Così come prendere atto che ci sono due forze diverse significa semplicemente evitare che sempre di più diventino un blocco. Invece non è così".

Per Zingaretti, Lega e M5s: "Ci vogliono distrarre dai loro disastri" quindi l'appello è quello di "combattere per il nostro Paese perché ci vogliono distrarre dai loro disastri e da una agenda che anche questa settimana è molto pericolosa".

"Direi di evitare tempeste che a volte sono nei bicchieri d’acqua" prosegue il segretario Pd che invita piuttosto a concentrarsi "questa settimana nella nostra funzione di opposizione. Ci sarà la vicenda del decreto insicurezza, il tema dell’audizione di Conte al Senato sull’affare Russia, al Senato inizia la discussione in commissione sul decreto Pillon, contro il quale lotteremo con tutte le nostre forze. C’è una agenda di forte battaglia politica".

Il governatore del Lazio ha parlato a margine dell’inaugurazione del servizio di Tutela salute mentale per minori di Torrenova (Roma).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO