Migranti, Macron sull'assenza di Salvini al vertice: "Non si guadagna mai nulla non partecipando"

L'assenza del Ministro dell'Interno Matteo Salvini dal vertice dei Ministri dell'Interno dei Paesi UE che si è tenuto oggi a Parigi - il diretto interessato ha preferito disertare e inviare i tecnici del Viminale - non è passata inosservata e a margine dell'incontro il presidente francese Emmanuel Macron, che aveva voluto quel vertice dopo le polemiche che lo aveva travolto sui respingimenti illegali al confine tra Italia e Francia, non ha mancato di farlo notare ricordando al leader della Lega che le cose non si cambiando non partecipando agli incontri ufficiali:

Non si guadagna mai nulla non partecipando.

E così durante il vertice la posizione dell'Italia, che pure era rappresentata dai tecnici inviati da Matteo Salvini, è stata pressoché ignorata. Dopo il summit di Parigi, infatti, ha ribadito l'importanza del lavoro delle ONG del Mar Mediterraneo e sottolineato il principio del porto sicuro più vicino, che nella quasi totalità dei casi è rappresentato da Malta e Lampedusa:

Dobbiamo rispettare le regole umanitarie e del diritto marittimo internazionale. Quando una nave lascia le acque della Libia e si trova in acque internazionali con rifugiati a bordo deve trovare rifugio nel porto più vicino. È una necessità giuridica e pratica. Non si possono far correre rischi a donne e uomini in situazioni di vulnerabilità.

Pur sapendo quali sono le accuse che l'ONU ha lanciato contro il governo francese, Macron ha voluto ricordare che "l'impegno della Francia è totale per proseguire una politica efficace e che risponda ai nostri principi. Non dobbiamo lasciar montare i populismi da nessuna parte".

Non solo. Macron si è rivolto direttamente alle autorità della Libia invitandole a chiudere i centri di detenzione per migranti, mettendo le migliaia di persone rinchiuse al loro interno "in sicurezza secondo i protocolli internazionali".

Il Ministro dell'Interno italiano ha prontamente replicato alle parole di Macron, definendo la riunione di oggi "un flop per la Francia". Salvini ha ricordato a Macron che "l'Italia non prende ordini" e ha lanciato la sfida:

Dopo che il vertice di Parigi voluto da francesi e tedeschi si è rivelato un flop ed è stato ampiamente disertato dai ministri europei. L’Italia ha rialzato la testa, non prende ordini e non fa la dama di compagnia: se Macron vuole discutere di immigrati venga pure a Roma.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO