Conte: "Io che cerco una nuova maggioranza? Solo fantasie. E non farò un mio partito"

Il Premier ha commentato le ipotesi fantasiose di questi giorni...

Il Premier Giuseppe Conte oggi non ha partecipato all'incontro di oggi tra i suoi due vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini che, nei suoi confronti, hanno speso parole contrastanti negli ultimi giorni. Il pentastellato è rimasto male per il sì del Presidente del Consiglio alla Tav, ma lo ha elogiato per il fatto di essere andato a riferire in Senato ieri sul caso Lega-Russia, sottolineando anche che, secondo lui, è stato fin troppo generoso, perché a Palazzo Madama si sarebbe dovuto presentare Salvini. Il leghista, da parte sua, stamattina in radio ha detto che le parole di Conte sul Russiagate gli interessano "meno che zero", poi, dopo il pranzo con Di Maio, ha detto che se Conte sostiene che questo governo deve andare avanti lui è d'accordo.

Intanto a Conte i giornalisti hanno fatto qualche domanda proprio sul modo in cui Salvini ha commentato la sua informativa di ieri in Senato, ma il Premier è stato molto diplomatico:

"Non ho letto le parole di Salvini e non ho avuto la possibilità di vedere il video. Ma che io possa andare in Parlamento a cercare una maggioranza alternativa quando invece, com'è ben chiaro a leggere, andrei in Parlamento per trasparenza nei confronti dei cittadini e rispetto delle istituzioni, è una cosa assolutamente fantasiosa"

Poi, sulla possibilità che possa fondare un suo partito, ha aggiunto:

"È assolutamente fantasiosa l'ipotesi che viene ventilata che io voglia formare un partito. Invito anche voi giornalisti, che dovete riempire pagine, a non fare i peggiori ragionamenti della prima Repubblica. Attenzione. Restituiamo alla politica la sua nobiltà, la sua nobile vocazione"

Conte su ipotesi di un suo partito

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO