Giuseppe Conte: "Bendare un indagato è reato"

Conte convoca vertice urgente su immigrazione

La foto del sospettato statunitense bendato in caserma in attesa di essere interrogato sta diventando un caso internazionale, accompagnata dal commento del Ministro dell'Interno Matteo Salvini che ha abbracciato in toto la linea del centrodestra e sminuito l'accaduto. Quella del vicepremier leghista, ampiamente criticata non soltanto in Italia, non rappresenta la posizione del governo gialloverde.

È stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella tarda serata di ieri, a mettere un punto alla vicenda, ricordando sì che il giovane Natale Hjorth è in stato di arresto per omicidio, ma non per questo deve essere trattato in modo diverso da un qualsiasi altro cittadino:

Non c’è nessun dubbio che la vittima di questa tragedia sia il nostro carabiniere, il nostro Mario. Invito tutti a considerare, tuttavia, che bene ha fatto l’Arma a individuare il responsabile di questo improprio trattamento e a disporre il suo immediato trasferimento. Chiariamolo bene: ferme restando le verifiche di competenza della magistratura, riservare quel trattamento a una persona privata della libertà non risponde ai nostri principi e valori giuridici, anzi configura gli estremi di un reato o, forse, di due reati. Parimenti censurabile è il comportamento di chi ha diffuso la foto via social in spregio delle più elementari regole sulla tutela della privacy.

Pur senza menzionare il fatto che il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, pronto a difendere le forze dell'ordine sempre e comunque a spada tratta, da giornalista non ha esitato neanche due secondi a diffondere quella foto senza preoccuparsi di oscurarla in alcun modo, Giuseppe Conte ha sottolineato quello che il centrodestra sembra dimenticare: l'Italia è uno Stato di diritto.

L’Italia è uno Stato di diritto. È la culla della civiltà giuridica dai tempi dell’antico diritto romano. Abbiamo princìpi e valori consolidati: evitiamo di cavalcare l’onda delle reazioni emotive tenuto anche conto che la nostra legislazione, in caso di omicidio volontario, contempla già l’ergastolo e non consente più sconti di pena. Tutto questo anche per merito di norme più severe introdotte da questo Governo. Piuttosto dobbiamo ora vigilare affinché tutti coloro che hanno compiti di responsabilità facciano in modo che le norme siano rigorosamente applicate.

Questo pomeriggio ho visitato la camera ardente per rendere onore al vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, un servitore...

Posted by Giuseppe Conte on Sunday, July 28, 2019

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO