Rapporto Svimez 2019, Sud in recessione. Zingaretti: "Salvini e Di Maio fanno promesse da buffoni"

no governo pd-m5s zingaretti

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti commenta i dati Svimez sul Sud che andrà in recessione senza investimenti immediati e sull’emigrazione meridionale vero problema dell’Italia, ben più dell’immigrazione: "I dati Svimez sono drammatici. Salvini e Di Maio hanno tradito l’Italia e stanno uccidendo il Sud. Stanno resuscitando tutti i peggiori spettri del passato. Ora anche quello della recessione. È la fotografia di un paese più povero nel quale aumentano le disuguaglianze. Con quale coraggio si presentano ancora con le loro promesse da buffoni nel Sud?".

Rapporto Svimez, 2019 tragico al Sud: Pil -0,3. Emigrazione vera emergenza

Con il Pil a zero, il "rallentamento dell'economia italiana" non poteva che riaprire la frattura tra nord e sud del Paese, un divario territoriale destinato ad aggravarsi spiegano le anticipazioni dell'ultimo rapporto Svimez, l'Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno.

La congiuntura economica farà "segnare un andamento opposto tra le aree, facendo ripiombare il Sud nella recessione". Le anticipazioni del rapporto Svimez 2019 sottolineano che "l'Italia farà registrare una sostanziale stagnazione, con un incremento di 0,1%, con crescita di 0,3% al Centro-Nord e calo di 0,3% al Sud".

Nel 2018 il Mezzogiorno "ha fatto registrare una crescita del Pil dell'appena +0,6%, rispetto al +1% del 2017" . La previsione per il 2020 è di un Pil delle regioni del Sud che "riprenderà a salire segnando però soltanto un +0,4% (anche l'occupazione tornerà a crescere, se pur di poco, con un +0,3%)".

Andrà meglio al Centro-Nord "con un incremento del prodotto interno lordo pari a +0,9%, ma comunque non in grado di riportare l'Italia su un sentiero di sviluppo robusto (nel 2020, l'aumento del Pil nazionale sarà del +0,8% e dell'occupazione del +0,3%)".

Ma "la vera emergenza" - sottolinea il rapporto - è la ripresa dell'emigrazione, soprattutto al Sud, per un "saldo migratorio interno negativo (al netto dei rientri, Ndr) per 852mila unità". Gli emigrati dal Mezzogiorno tra il 2002 e il 2017 sono stati più di 2 milioni, 132.187 solo nel 2017.

Di questi ultimi "66.557 sono giovani (50,4%, di cui il 33% laureati)". La ripresa dei flussi migratori è "la vera emergenza meridionale, che negli ultimi anni si è via via allargata anche al resto del Paese".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO