La Camera è chiusa: i deputati in ferie per 38 giorni (e non è neanche un record...)

Torneranno "a lavoro" il 9 settembre.

Deputati in ferie

A Montecitorio oggi si è tenuta l'ultima seduta prima delle ferie estive e dunque da i deputati sono liberi e lo saranno per ben 38 giorni. La prossima seduta, infatti, è fissata per il 9 settembre, mentre gli onorevoli che sono impegnati nelle Commissioni dovranno tornare a lavoro una settimana prima, ossia il 2 settembre.

Se 38 giorni di ferie vi sembrano tanti, sappiate che non sono un record, perché nel 2017 furono ben 40, mentre la volta che i giorni di ferie furono di meno risale al 2013, quando i deputati restarono in vacanza per "soli" 27 giorni, che sono comunque sempre molto meno di quelli della maggior parte degli italiani.

I senatori devono lavorare qualche giorno in più, perché ci sono ancora tre sedute per l'approvazione definitiva del decreto sicurezza bis e per le mozioni sulla Tav, quindi la chiusura è prevista per l'8 agosto.

Il fatto che il periodo di ferie sia così lungo ha provocato reazioni polemiche da parte degli stessi deputati, come il capogruppo del PD Graziano Delrio, che ha detto:

"Si doveva consentire a Salvini di continuare a scappare dal Parlamento. Così hanno deciso di interrompere i lavori prima del consueto. E sono gli stessi che gridavano nel passato contro le 'ferie' dei deputati"

Anche Gregorio Fontana deputato questore di Forza Italia manda una frecciatina ai 5 Stelle:

"È una precisa esigenza di questa maggioranza di non parlare di qualche cosa che mandi a pezzi l'attuale assetto politico che tiene in piedi il governo. Penso che Lega e M5S siano ben contenti di questo periodo di ferie. Una volta i grillini quando erano all'opposizione gridavano allo scandalo quando c'era la sospensione estiva e chiedevano di lavorare anche a Ferragosto. Invece adesso che sono al governo hanno cambiato idea. Dal mio punto di vista meglio così: poiché io politicamente non sono d’accordo con le cose che fa questo governo, meno cose fa, meglio è. Così è un minor danno per gli italiani"

C'è da dire, comunque, che i parlamentari italiani non sono i "peggiori" da questo punto di vista, perché in Paesi come Francia, Germania o Inghilterra il Parlamento è chiuso anche più di un mese, solo che c'è la possibilità che vengano convocate sedute straordinarie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO