M5S, Massimo Bugani si dimette dalla segreteria di Luigi Di Maio

Massimo Bugani

Il Movimento 5 Stelle continua a perdere pezzi tra membri che vengono espulsi e altri che preferiscono dimettersi. Oggi è stato lo storico esponente Massimo Bugani, tra le fila di M5S fin dall'inizio, ad annunciare le proprie dimissioni da vicecapo della segreteria di Luigi Di Maio a Palazzo Chigi e da coordinatore del Movimento 5 Stelle in Emilia Romagna.

L'annuncio è arrivato attraverso il Fatto Quotidiano e il motivo di questo passo indietro sarebbe da ricercare di una vecchia intervista in cui Bugani aveva chiesto unità tra il vicepremier Di Maio e Alessandro Di Battista, come da lui stesso spiegato in queste ore:

È iniziato tutto dopo la mia intervista al Fatto del 19 giugno, in cui auspicavo unità nel Movimento e sostenevo che Di Maio e Di Battista non sono alternativi ma complementari. Poche ore dopo mi chiesero di non rilasciare più interviste. E non capisco perché, visto che io non volevo certo mettere in difficoltà Luigi. Ritenevo doveroso richiamare alla compattezza in un momento difficile, e invitare a non puntare il dito contro Di Battista o altri, perché le diverse anime del M5S vanno tenute assieme.

Dopo quell'episodio, Bugani si è reso conto che era venuta a mancare la fiducia nei suoi confronti "e nel giro di qualche giorno mi hanno fatto sapere che il mio stipendio da vice-caposegreteria sarebbe stato dimezzato per contenere le spese". La rottura, da lì a poco, è diventata definitiva. Pochi giorni fa c'è stata una sorta di ultimatum:

Il suo caposegreteria Dario De Falco, persona per bene, mi ha invitato a dimettermi e io ho replicato che Luigi poteva rimuovermi. Poche ore dopo mi hanno mandato un provvedimento con cui riducono il mio stipendio da 3800 a 1600 euro. Io non sono aggrappato ai contratti, e allora ritengo doveroso dare le dimissioni. Anche per il bene che voglio a Di Maio, nonostante in questi mesi non abbia condiviso molte sue scelte.

Bugani ha spiegato che resterà consigliere comunale a Bologna, ma sta valutando di dare l'addio anche all'associazione Rousseau di cui è uno dei soci.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO