Istat: a luglio sale il clima di fiducia di consumatori e imprese

Istat dati clima di fiducia luglio

Sale il clima di fiducia di consumatori e imprese secondo i dati diffusi dall’Istat questa mattina. L’indicatore anticipatore mostra a luglio un’interruzione del trend negativo, dopo un calo che proseguiva dalla fine dell’anno scorso.

L'Istituto nazionale di statistica prevede un leggero miglioramento dei livelli produttivi nella sua nota mensile sull’andamento dell’economia italiana.

Più in dettaglio l’Istat parla di un "marcato aumento" del clima di fiducia dei consumatori relativo a tutte le componenti e di un aumento del clima di fiducia delle imprese, fatta eccezione però per il manifatturiero.

Per quanto riguarda la crescita, nel 2° trimestre 2019 il Pil ha fatto segnare una variazione congiunturale nulla, quale risultato combinato della flessione del valore aggiunto dell’industria e di un modesto aumento nel settore dei servizi.

L’economia italiana vive una fase di stagnazione ma la ripresa secondo le previsioni del governo arriverà nell’ultima parte dell’anno.

Nella nota di aggiornamento mensile l’Istat rileva il netto calo della produzione industriale a giugno, dopo il buon incremento di maggio, mentre la disoccupazione sempre a giugno è stazionaria e il tasso di disoccupazione è in diminuzione, senza che questo significhi una riduzione del gap con la media dell’area euro.

L’inflazione invece a luglio rallenta ancora, in scia ai ribassi dei prezzi dei beni energetici, per un differenziale negativo con la dinamica dei prezzi al consumo dell’eurozona che si è ulteriormente allargato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO