Taormina: esponente della Lega imbratta murale su Carola Rackete

rackete taormina murale imbrattato

Imbrattato a Taormina il murale di Tvboy su Carola Rackete. Realizzata dall’artista di strada il giorno dell’approvazione del decreto Sicurezza Bis, l’opera raffigura la capitana della Sea Watch 3 con un bambino africano in braccio ed è stata intitolata "Santa Carola protettrice dei rifugiati". Evidentemente, il murale non è stato gradito dall’avvocato Giuseppe Perdichizzi, esponente locale della Lega, che con una bomboletta ha cancellato il volto della 31enne tedesca e quella del bimbo. Inoltre, per rafforzare la propria posizione sulla vicenda, Perdichizzi ha attaccato al murale un biglietto con il seguente messaggio:

"Noi stiamo con lo Stato italiano e la guardia di finanza, gli assassini in galera. Prima gli italiani e chi li difende. Grazie Matteo".

La Lega di Messina prende le distanze

Matteo Francilia, commissario provinciale della Lega di Messina, stigmatizza l’iniziativa di Perdichizzi parlando senza mezzi termini di sterile azione vandalica.

"Potrà essere anche un simpatizzante della Lega - sottolinea l’esponente del Carroccio - , ma nulla lo legittima ad agire in questo modo e soprattutto a nome del partito. La Lega si esprime e si esprimerà sempre attraverso i suoi rappresentanti ufficiali e nelle sedi e nelle modalità opportune, mai legittimerà sterili azioni vandaliche".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO