M5S: "Renzi-Di Maio? Salvini, stai vaneggiando, sei un giullare". Leghisti a Roma già lunedì

"Inventatene un’altra per giustificare quello che hai fatto".

Matteo Salvini oggi durante una delle conferenze stampa in spiaggia a cui ci ha ormai abituati negli ultimi giorni ha insinuato il sospetto che ci siano in corso trattative per un nuovo governo M5S-PD, nonostante entrambi i partiti abbiano detto di essere assolutamente d'accordo a tornare al più presto al voto. I pentastellati hanno risposto alle insinuazioni del leader della Lega con una nota ufficiale in cui hanno scritto:

"Caro Salvini stai vaneggiando, inventatene un'altra per giustificare quello che hai fatto, giullare. Questa di Di Maio-Renzi è una fake news di Salvini per nascondere il tradimento del contratto di governo e del Paese"

Intanto Salvini, proprio per dimostrare di voler accelerare i tempi, ha già convocato per lunedì i parlamentari leghisti, che dunque dovranno tornare a Roma dalle vacanze. Ma non saranno i soli, visto che la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Caselalti ha convocato proprio per lunedì 12 agosto alle ore 16 la conferenza dei capigruppo per calendarizzare la discussione e la votazione in aula della mozione di sfiducia presentata dai leghisti nei confronti del Premier Giuseppe Conte.

Proprio i capigruppo continuano a litigare. Da una parte i leghisti Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo della Lega in una nota congiunta hanno scritto:

"Prima si vota per un nuovo governo, prima si potrà lavorare alla manovra economica. Se qualcuno la tira per le lunghe avrà sulla coscienza un eventuale aumento dell'Iva"

Dall'altra il M5S ha risposto:

"Ecco l'ammissione di responsabilità della Lega. Con la nota diramata da poco i leghisti ammettono che con la caduta del governo decisa da Salvini aumenterà l'Iva. Si tratta di un autogol tremendo, il problema è che il torto lo faranno agli italiani. Incoscienti!"

Il M5S sta anche anche pensando di chiedere la convocazione straordinaria della Camera prima della votazione sulla mozione di sfiducia, in modo da approvare in via definitiva la riforma costituzionale che prevede il taglio dei parlamentari.

La Lega, a quanto pare, vorrebbe che la convocazione dell'aula del Senato fosse fissata già per martedì 13 agosto, mentre le opposizioni preferirebbero il 19 o 20 agosto. Molto probabilmente la conferenza dei capigruppo di lunedì deciderà a maggioranza ed è dunque molto probabile che si opti per il 19-20.

M5S a Salvini giullare inventatene un'altra

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO