Berlusconi a Salvini: "Sottoscriviamo un accordo prima del voto". Anche Sgarbi fa un appello al leghista

"Per regalare un nuovo sogno agli italiani..."

Silvio Berlusconi appello a Matteo Salvini

Silvio Berlusconi vuole patti chiari e amicizia lunga con Matteo Salvini e pretende che si firmi un accordo del centrodestra prima delle elezioni. Il Cavaliere ha detto:

"Non facciamo perdere al Paese altro tempo, risparmiamo agli italiani avventurismi e scegliamo la via della chiarezza: sottoscriviamo un accordo prima del voto per regalare un nuovo sogno agli italiani, scriviamo un programma tutti insieme, scegliamo le donne e gli uomini migliori, mettiamo subito in campo la squadra dei Sì"

I suoi "sì" che si contrappongono, ovviamente, ai tanti "no" del MoVimento 5 Stelle che hanno fatto arrabbiare Salvini. Berlusconi ha spiegato:

"Da ormai molti anni la maggioranza degli elettori premia il modello del centro-destra, che oggi governa il maggior numero delle Regioni e dei Comuni italiani con successo. Questo modello sarebbe oggi capace di eleggere un numero di parlamentari più che sufficiente per varare in autonomia un ambizioso progetto di riforme istituzionali e, tra queste, il taglio dei parlamentari che già il mio governo era riuscito ad approvare molti anni fa e purtroppo poi fermato con un referendum dalla sinistra. Potremo finalmente avere il presidenzialismo e dunque una Repubblica più efficiente"

C'è da dire che anche Giorgia Meloni, che vorrebbe Salvini tutto per sé, ha detto di pretendere di stabilire le regole dell'alleanza prima del voto e non dopo come aveva detto inizialmente il segretario del Carroccio. La leader di Fratelli d'Italia, infatti, ha detto:

"Noi le alleanze le facciamo prima del voto e non dopo, perché vogliamo essere chiari, siamo la forza più coerente e affidabile. Non credo che Salvini vada da solo, non avrebbe molto senso rischiare di fare un altro governo con un gioco di palazzo dopo il voto. Nelle ultime elezioni Lega e Fdi sono cresciuti"

E così Salvini ha cambiato idea e ha detto:

"Non si è deciso nulla se correremo da soli. Abbiamo un'idea di Italia per i prossimi cinque anni che sottoporremo a chi la condivide con noi"

Non è un segreto che Salvini aspiri a "pieni poteri" senza altre palle al piede, perché tali sarebbero considerati anche Berlusconi e Meloni. Certamente nelle prossime settimane tasterà il terreno per capire quale sia per lui la mossa più conveniente. Intanto un appello a non correre da solo arriva anche da Vittorio Sgarbi, che ha detto:

"L’unione di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia arriverebbe a oltre il 55%. Salvini rinunci alla tentazione di correre da solo"

E ha spiegato:

"La forza, la determinazione e la coerenza di Salvini lo mettono certamente nelle condizioni di vincere da solo, e lo inducono alla tentazione di rinunciare agli alleati. Ma gli alleati non sono tutti come gli squilibrati grillini e, con il tempo, come si vede nelle amministrazioni regionali, hanno trovato una capacità di azione coerente e coordinata che è un buon viatico per quelli che io suggerisco, da battitore libero, a Salvini"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO