Zingaretti: "PD-M5S? Con franchezza dico no, regalerebbe spazio a Salvini"

zingaretti svimez

Il leader del Partito Democratico Nicola Zingaretti smentisce ancora una volta l'ipotesi di una possibile alleanza col Movimento 5 Stelle, come invece il leader della Lega Matteo Salvini continua a sostenere per puri scopi propagandistici. E lo esclude per un motivo molto semplice: non regalare ulteriori consensi a Salvini.

Con un pezzo firmato oggi per l'Huffington Post, Zingaretti prova a smascherare il Ministro dell'Interno e la sua decisione di far saltare il governo gialloverde in un momento così delicato, con l'aumento dell'IVA pronto a scattare a fine anno e una complicatissima legge di bilancio da scrivere e approvare entro il 31 dicembre 2019:

Salvini chiede il voto anche perché troppe nubi si stanno addensando sulla sua persona.Non dimentichiamo che da settimane il Ministro degli Interni è chiamato a riferire in Parlamento dei rapporti suoi e di alcuni suoi stretti collaboratori con il Governo della Russia. Su presunte tangenti e sul sistema di alleanze internazionali dell’Italia. E’ vero che si è messo a capo di una alleanza di partiti della destra europea per superare gli storici rapporti con Washington e Bruxelles e sostituirli con Mosca? È una domanda fondata perché a dirlo è il suo collaboratore di fiducia nei rapporti in Russia.

Salvini ha sempre respinto al mittente ogni accusa e si è rifiutato in modo piuttosto plateale di recarsi in Parlamento per fare chiarezza - il premier Giuseppe Conte, invece, è subito corso in aula - e far crollare il governo significa anche cancellare gli appelli fatti nei suoi confronti dai parlamentari di questa legislatura, e quindi prendere ulteriore tempo per capire come muoversi su questo fronte mentre la magistratura sta continuando ad indagare.

E Zingaretti sembra aver capito bene dove e come attaccare Matteo Salvini: "Ciò che è gravissimo ed inquietante è il suo rifiuto a riferire in Parlamento. Il Presidente Conte ha addirittura alluso a questo come il reale motivo dell’accelerazione della crisi. Sicuramente non potrà essere questo Ministro degli Interni a gestire dal Viminale le eventuali libere elezioni in Italia".

Quanto alla possibilità di un'alleanza tra il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle, Zingaretti è categorico. Non succederà:

Di fronte a una leadership della Lega che tutti giudichiamo pericolosa e che si appella al popolo in maniera spregiudicata è credibile imbarcarsi in un esperienza di governo pd/ 5 stelle (perché di questo stiamo parlando) per affrontare la drammatica manovra di bilancio e poi magari dopo tornare alle elezioni? Su cosa? Nel nome della salvaguardia della democrazia? Io con franchezza credo di no. E’ forte dire nel nome della democrazia non facciamo votare? Ho anzi il timore che questo darebbe a Salvini uno spazio immenso di iniziativa politica tra i cittadini. Griderebbe lui allo scandalo. Daremmo a lui la rappresentanza del diritto dei cittadini di votare e decidere. Davvero allora i rischi plebiscitari sarebbero molto seri.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO