Briatore lancia il Movimento del Fare. Ma è scappato dall'Italia da oltre 30 anni...

L'imprenditore si impiccia nella politica italiana, ma con le sue tasse ha contribuito ben poco al bene del Paese...

Flavio Briatore politica

Flavio Briatore, evidentemente annoiato dalla vita che conduce ora, è sempre più insistente nel volersi intromettere nelle questioni politiche e, dopo aver manifestato a più riprese vicinanza a Matteo Salvini e aver anche detto di essere pronto a fare il ministro, ora lancia il suo Movimento del Fare. Al di là della scarsa fantasia nella ricerca del nome, stupisce che proprio lui, che da più di trent'anni è residente in Inghilterra, che ha conti in Svizzera e case a Montecarlo, ora sia così preoccupato di voler "salvare l'Italia".

In Italia di tasse ne ha pagate ben poche rispetto al suo patrimonio e se ne è anche vantato, dicendo che tanto i soldi lui li guadagnava all'estero. In effetti è sempre stato esterofilo e ha anche più volte offeso il Sud, dicendo che i meridionali non hanno voglia di lavorare e di migliorarsi. Si è inferocito con le autorità quando in Salento è stata aperta un'inchiesta sul suo Twiga di Otranto, sequestrato per abusivismo.

Briatore dall'Italia è fuggito molte volte per non affrontare la burocrazia, visto che, a differenza di molti altri piccoli imprenditori italiani, lui se lo poteva permettere. Di aiuti al suo Paese non ne ha mai dati, ha solo preteso, ma adesso vuole entrare in politica.

E alla politica italiana proprio questo mancava: un personaggio che fuggì alle Isole Vergini dopo essersi dedicato ad affari relativi a bische clandestine e gioco d'azzardo, per poi tornare dopo la latitanza grazie a un'amnistia. Uno che vanta amicizie altolocate, sicuramente pronte a chiedergli un sacco di favori. Uno che ha come modello Donald Trump. Uno, insomma, che non si è mai fatto scrupoli.

Ma vediamo, giusto per la cronaca e sperando che il suo appello cada nel vuoto, che cosa vorrebbe fare con il suo Movimento:

"In questo momento così critico e confuso per il Paese Italia, ormai alla deriva, mi faccio avanti con una proposta forte e concreta: Il Movimento del Fare.
Totalmente indipendente da qualsiasi partito o corrente politica attuali, Il Movimento del Fare nasce per essere al completo servizio dei cittadini. Sarà formato da persone e personalità che metteranno la loro esperienza e le loro competenze a disposizione degli Italiani: Imprenditori e professionisti di successo che insieme, con le loro idee e la loro visione aiuteranno a far ripartire il Paese, creando lavoro e attirando gli investimenti: drastica riduzione del cuneo fiscale, cantieri aperti, riforma della giustizia, abolizione del reddito di cittadinanza, lavoro ai giovani e Turismo come eccellenza del Paese, sono le assolute priorità. Ma c'è tanto altro nel nostro programma.
Io mi metto in gioco in prima persona e so di poter contare su tanti professionisti e imprenditori che condividono le mie idee e vogliono far parte del Movimento del Fare. Insieme, uniti, senza alcun interesse personale e tutti con un unico obiettivo: Salvare l'Italia, ci metteremo a disposizione e al lavoro per amore del nostro Paese. E lo faremo completamente GRATIS.
Flavio Briatore"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO